UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

La Partita contro la Povertà torna in Svizzera

Ronaldo e Zinédine Zidane, ambasciatori del Progetto di Sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP), hanno annunciato che l'11esima Partita contro la Povertà si svolgerà il 4 marzo 2014 allo Stade de Suisse di Berna.

Zinédine Zidane, Neymar e Ronaldo nell’edizione 2012
Zinédine Zidane, Neymar e Ronaldo nell’edizione 2012 ©Getty Images

Ronaldo e Zinédine Zidane, ambasciatori del Progetto di Sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP), hanno annunciato che l'11esima Partita contro la Povertà si disputerà il 4 marzo 2014 allo Stade de Suisse di Berna.

La partita, trasmessa in tutto il mondo, gode del pieno sostegno della UEFA e della FIFA. La manifestazione si era svolta per l'ultima volta in Svizzera nel 2003, in occasione della prima Partita contro la povertà al St. Jakob-Park di Basilea.

Con un leggero cambio di formato, i due ex campioni giocheranno nella stessa squadra, composta da importanti calciatori di ieri e di oggi, e affronteranno il BSC Young Boys and Friends, formato da giocatori di ieri e di oggi della squadra svizzera. I due schieramenti verranno annunciati successivamente.

"L'anno scorso abbiamo festeggiato il 10º anniversario in Brasile e sono ancora orgoglioso del suo successo. Sono onorato che lo Young Boys si sia offerto di ospitare l'evento - ha commentato Ronaldo, attuale membro del comitato organizzatore della Coppa del Mondo FIFA 2014 -. Quest'anno siamo preoccupati per le Filippine, che vogliamo aiutare con gli incassi della partita".

Helen Clark, amministratore del Progetto di Sviluppo delle Nazioni Unite, ha aggiunto: "Il nostro obiettivo è destinare gli incassi dell'11ª Partita contro la Povertà ai sopravvissuti, per aiutrali a ricostruirsi una vita. Mentre le Filippine lavorano per rimediare a questa terribile tragedia, il Progetto di Sviluppo delle Nazioni Unite le sostiene affinché possano evitare un simile shock in futuro".

Hanspeter Kienberger, amministratore delegato di Stade de Suisse Sport & Holding AG, si è detto onorato che lo Young Boys e la città di Berna abbiano voluto ospitare l’importante evento. "Faremo del nostro meglio per organizzare una serata di successo a favore di persone che si trovano in condizioni difficili", ha commentato.

Due terzi degli incassi saranno destinati agli aiuti per circa 13 milioni di persone colpite dall'uragano Haiyan, uno dei più distruttivi e potenti di tutti i tempi che ha devastato le Filippine a novembre. Il resto verrà donato dallo Young Boys alla fondazione svizzera Laureus, che fa parte della Laureus Sport for Good Foundation e offre assistenza pratica e finanziaria a quasi 150 progetti sportivi in 34 paesi.