UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Stelle del calcio contro la povertà

Dopo la gara di Atene che ha visto la partecipazione di molti campioni, Zinédine Zidane ha espresso l'auspicio che la Partita contro la Povertà spinga tutti a "unirsi alla squadra della lotta contro la povertà".

Stelle del calcio contro la povertà
Stelle del calcio contro la povertà ©AFP

Un firmamento di stelle è sceso in campo ieri ad Atene per l’VIII edizione della Partita contro la Povertà, iniziativa del Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP), patrocinata dalla UEFA, alla cui organizzazione hanno partecipato Zinédine Zidane e Ronaldo.

Una folta schiera di campioni del passato e del presente, che ha attirato un pubblico di oltre 30 mila spettatori, ha partecipato alla partita che si è giocata presso lo stadio Georgios Karaiskakis, terreno di gioco dell’Olympiacos FC. L’intero incasso sarà devoluto in favore della lotta globale per la riduzione della povertà e del raggiungimento degli otto obiettivi di sviluppo del millennio delle Nazioni Unite.

Dopo avere contribuito all’organizzazione dell’evento nella veste di ambasciatore di buona volontà dell’UNDP, Zidane ha dichiarato: "Spero che l’VIII edizione della Partita contro la Povertà abbia trasmesso il senso di urgenza di unirsi alla squadra che lotta per mettere fine alla povertà subito”.

Ronaldo, in forza all’SC Corinthians Paulista Ronaldo, non ha giocato per infortunio ma ha aggiunto: "Sono molto orgoglioso di essere qui per questa partita speciale, malgrado sia impossibilitato a scendere in campo. Voglio ringraziare di cuore l’Olympiacos, tutti i giocatori che hanno risposto all’appello e in particolare i tifosi sugli spalti”.

La rappresentativa di stelle allestita da Zidane e Ronaldo, anch’egli ambasciatore di buona volontà dell’UNDP al pari del francese, e allenata da Radomir Antić e Hugo Sánchez, ha pareggiato 2-2 contro una squadra all-star dell’Olympiacos. In un’atmosfera di festa, Ricardo Sá Pinto, 38 anni, ha aperto le marcature per la formazione di Zidane superando con un pallonetto il portiere dell’Olympiacos Balázs Megyeri al 9’, prima di raddoppiare dieci minuti più tardi su assist di Nuno Gomes.

Il tecnico dell’Olympiacos Ernesto Valverde ha effettuato nove cambi al 25’, inserendo diversi giocatori attualmente in forza alla squadra. L’attaccante della Grecia Kostas Mitroglou ha accorciato le distanze due minuti più tardi, per la gioia del pubblico di casa. Lo stesso Mitroglou ha quindi segnato il 2-2 poco dopo la mezz’ora, dribblando il portiere Antonis Nikopolidis prima di insaccare a porta vuota.

Zidane ha offerto sprazzi di classe e sfiorato il gol con un colpo di testa oltre la traversa, prima di lasciare il campo al 70’ salutato dall’ovazione del pubblico.

La formazione Amici di Ronaldo e Zidane: Antonis Nikopolidis (Grecia), Ronald de Boer (Olanda), Darko Kovačević (Serbia), Mahamadou Diarra (Mali), Nuno Gomes (Portogallo), Sabri Lamouchi (Francia), Ricardo Sá Pinto (Portogallo), Cornel Râpă (Romania), Raúl Albiol (Spagna), Yaya Touré (Costa d’Avorio), Giovanni van Bronckhorst (Olanda), Pierre van Hooijdonk (Olanda), William (Brasile), Anthar Yahia (Algeria), Silviu Ilie (Romania), Marius Găman (Romania).

L’undici all-star dell’Olympiacos ha visto in campo molti giocatori della rosa attuale, più diverse stelle del passato, che si sono ritirate o giocano in altre squadre, tra cui: Giorgos Anatolakis (Atromitos FC), Predrag Djordjević, Alexandros Alexandris, Andreas Niniadis, Grigoris Georgatos, Darko Kovačević e Christian Karembeu.

La Partita contro la Povertà, patrocinata da UEFA e FIFA, ha come obiettivo sensibilizzare e raccogliere fondi per la lotta globale contro la povertà, sottolineando il lavoro prezioso dell’UNDP. Tutti i proventi derivanti da biglietti, sponsorizzazioni, diritti televisivi e donazioni dirette di questa edizione andranno nella lotta contro la povertà mondiale, e in particolare ai milioni di vittime del terremoto di Haiti dello scorso gennaio e delle inondazioni in Pakistan di quest’estate.

L’UNDP è la rete globale delle Nazioni Unite che si propone di aiutare le persone a soddisfare i propri bisogni di sviluppo e a costruire un’esistenza migliore. La Partita contro la Povertà è uno strumento ideale per porre l’accento sulla sfida della lotta globale alla povertà. Adottati nel 2000, gli obiettivi di sviluppo del millennio delle Nazioni Unite puntano a dimezzare la povertà entro il 2015, fissando obiettivi di riduzione di fame, malattie, analfabetismo, degrado ambientale e discriminazione nei confronti delle donne.