UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

All'UNOSDP il premio Monaco Charity

Il premio Monaco Charity Award UEFA 2010 di 1 milione di euro è stato conferito all'Ufficio delle Nazioni Unite sullo Sport per Sviluppo e Pace durante la cerimonia per gli UEFA Club Football Awards.

Michel Platini con Wilfried Lemke
Michel Platini con Wilfried Lemke ©Sportsfile

Il premio Monaco Charity Award UEFA 2010 del valore di 1 milione di euro è stato conferito all'Ufficio delle Nazioni Unite sullo Sport per Sviluppo e Pace (UNOSDP).

A seguito della decisione della Commissione Fair Play e Responsabilità Sociale UEFA, il premio è stato consegnato giovedì dal presidente UEFA Michel Platini a Wilfried Lemke, consigliere speciale del segretario generale delle Nazioni Unite in materia di sport per sviluppo e pace, nel corso della cerimonia di consegna degli UEFA Club Football Awards e del sorteggio della fase a gironi di UEFA Champions League.

Ogni anno a partire dal 1999, in coincidenza con il calcio d’inizio della stagione europea per club, la UEFA offre a un’organizzazione meritevole, che sfrutta la forza dello sport per conseguire cambiamenti positivi, un assegno di beneficenza annuale come segno di apprezzamento. L’UNOSDP destinerà i fondi per finanziare cinque progetti delle Nazioni Unite o sotto l’egida delle Nazioni Unite aventi lo sport, l’attività fisica e il gioco come strumento per migliorare la vita quotidiana delle persone bisognose. L’organizzazione beneficiaria lavorerà per conseguire gli obiettivi delle Nazioni Unite, in particolare gli otto Obiettivi di Sviluppo del Millennio.

Sotto la guida di Wilfried Lemke, l’Ufficio indirizza e coordina gli sforzi del sistema Nazioni Unite volti a promuovere comprensione e sostegno per lo sport come motore di un cambiamento sociale positivo. Partendo dal presupposto che lo sport è un diritto fondamentale di tutti, e che non è fine a se stesso bensì strumento che determina miglioramento sociale, l’Ufficio sostiene Lemke nelle sue attività in tutto il mondo come promotore, mediatore e rappresentante degli scopi sociali dello sport e del gioco.

Oltre agli obiettivi delle Nazioni Unite, l’UNOSDP attribuisce importanza alle cinque priorità di Lemke nella sua veste di consigliere speciale: sviluppo della leadership dei giovani, parità tra donne e uomini, emancipazione delle persone affette da disabilità fisiche o intellettuali, nonché sviluppo e consolidamento della pace in Africa e nel Medio Oriente.

L’attribuzione del Monaco Charity Award UEFA 2010 è molto importante ai fini dell’accrescimento dell’impatto sociale dello sport, e del calcio in particolare, e della sua sua piena realizzazione.

"Siamo onorati di collaborare con la UEFA grazie a questo prestigioso riconoscimento - ha dichiarato il Signor Lemke a UEFA.com -. Questa collaborazione consentirà alle Nazioni Unite di rafforzare i propri rapporti con una delle più importanti organizzazioni sportive mondiali e di promuovere lo sport, in particolare il calcio, come strumento positivo di cambiamenti sociali".

L’UNOSDP è orgogliosa di ricevere tale prestigioso premio ed è molto grato alla UEFA per la decisione di conferirlo alle Nazioni Unite. L’UNOSDP auspica che il premio serva da stimolo affinché sempre più federazioni sportive, leghe e club stabiliscano collaborazioni con l’Ufficio e con le altre organizzazioni della Nazioni Unite per promuovere progetti di sviluppo attraverso lo sport.

Şenes Erzik, presidente della Commissione Fair Play e Responsabilità Sociale UEFA e primo vice presidente UEFA, ha dichiarato di essere ansioso di lavorare con la piattaforma dell’UNOSDP: "Il calcio è un terreno fertile per la fratellanza e la diversità. Siamo tutti uguali con il pallone tra i piedi e la UEFA, insieme all’UNOSDP, continuerà a promuovere l’impegno civile, la lotta contro le piaghe sociali e la difesa delle cause umanitarie più urgenti”.

Ultimi beneficiari dell’assegno di beneficenza UEFA:

2009 – Associazione nazionale tifosi disabili (NADS)
2008 – Associazione europea contro le leucodistrofie (ELA)
2007 – Associazione internazionale sport di paralisi cerebrale e ricreazione (CPISRA)
2006 – Associazione internazionale dello sport per ciechi (IBSA)