UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Platini ringrazia Armenia e Turchia

Dal punto di vista storico, la gara di qualificazione alla Coppa del Mondo FIFA 2010 disputata sabato a Yerevan tra le due nazionali è stata un'occasione eccezionale per riavvicinare due popoli.

Un manisfesto dello storico evento
Un manisfesto dello storico evento ©Getty Images

Contesto storico
Quello che però l'ha resa eccezionale è stato il contesto storico. A tal proposito, bisogna immaginare due paesi confinanti che si ignorano e non hanno rapporti di alcun tipo da 90 anni: sicuramente un caso unico a livello mondiale.

Spirito esemplare
Il presidente UEFA, Michel Platini, ha sottolineato l'importanza dell'occasione. "Il nostro mondo è il calcio, quindi non è nostra intenzione analizzare le reazioni a livello politico. Tuttavia, bisogna evidenziare che oggi, ancora una volta, il calcio ha avvicinato la gente. Un presidente della Turchia ha visitato l'Armenia per la prima volta e a Yerevan l'inno turco è stato suonato e rispettato. C'è stata grande emozione per entrambe le squadre e i miei rappresentanti mi hanno riferito che l'incontro è stato disputato con grande sportività".

Esempio straordinario
"Vorrei cogliere l'occasione per ringraziare le due federazioni e i giocatori. Hanno dato un esempio straordinario del potere dello sport, diffondendo un bel messaggio in una regione che ne ha davvero bisogno".