La UEFA e gruppi di tifosi europei si sono incontrati a Nyon

L'ultima riunione tra il Centro per l'Accessibilità del Calcio in Europa (CAFE), l'SD Europe, il Football Supporters Europe e la UEFA si è volta venerdì scorso a Nyon.

©UEFA.com

L'ultimo incontro tra il Centro per l'Accessibilità del Calcio in Europa (CAFE), l'SD Europe, il Football Supporters Europe e gli alti rappersentanti della UEFA, guidati dal primo vice presidente Karl-Erik Nielsen, dal vice presidente Michele Uva e dal segretario generale Theodore Theodoridis, si è svolto venerdì a Nyon presso la Casa del Calcio Europeo.

L'incontro fa parte del dialogo in corso tra UEFA e gruppi di tifosi di tutta Europa.

I rappresentanti dei tifosi hanno espresso le loro preoccupazioni e spiegato il proprio punto di vista su una vasta gamma di tematiche. Tra queste, il trattamento e l'assistenza dei tifosi in trasferta negli stadi, la sistemazione negli spalti, visti e problemi logistici riguardanti UEFA EURO 2020, accessibilità per tifosi diversamente abili e la formazione per i Supporter Liaison Officers nei club che giocano in competizioni UEFA.

La UEFA ha inoltre aggiornato i tifosi sulle modifiche alle regole disciplinari e sul processo di formazione delle competizioni per club dopo il 2024, e nel frattempo si è impegnata a coinvolgere i tifosi nelle future discussioni sui temi sollevati.

Il segretario generale UEFA, Theodore Theodoridis, ha detto: "I gruppi di tifosi svolgono un ruolo importante nel collegare i tifosi con club, leghe e organi di governo. Questi incontri ci offrono una preziosa opportunità per scambiare opinioni e ascoltare i tifosi. Probabilmente non saremo sempre d'accordo, tuttavia dovremmo sempre avere un dialogo costruttivo con loro e in questo senso sono grato dell'atmosfera costruttiva che si è respirata nell'incontro di questo pomeriggio".

In alto