La UEFA incontra i tifosi a Nyon

La UEFA ha incontrato i rappresentanti delle tifoserie presso la Casa del Calcio Europeo di Nyon nell'ambito di un dialogo continuo con i tifosi, considerati la linfa del calcio.

La UEFA incontra i tifosi a Nyon
La UEFA incontra i tifosi a Nyon ©UEFA

La UEFA ha incontrato i rappresentanti delle tifoserie presso la Casa del Calcio Europeo di Nyon nell'ambito di un dialogo continuo con i tifosi, considerati la linfa del calcio.

All'incontro annuale, la UEFA è stata rappresentata dal presidente Michel Platini, da Peter Gilliéron (presidente del Comitato Fair Play e Responsabilità Sociale UEFA), David Taylor (CEO di UEFA Events), William Gaillard (consigliere del presidente UEFA) e da vari membri dell'amministrazione UEFA.

Si è trattato del quinto incontro fra la UEFA e i tifosi, rappresentanti dalle associazioni Football Supporters Europe (FSE), Supporters Direct (SD) e Centre for Access to Football in Europe (CAFE).

FSE è una rete indipendente, rappresentativa e democratica di tifosi in 40 paesi europei. Prima e durante UEFA EURO 2012, FSE costituirà ambasciate per i tifosi nelle città ospitanti in Polonia e Ucraina, creando un clima positivo e pacifico tra i tifosi e un'atmosfera festosa.

CAFE lavora per favorire ulteriormente l'accesso dei tifosi diversamente abili alle partite, tenendo in conto le loro esigenze e migliorando le infrastrutture negli stadi. La UEFA collabora con CAFE anche in una serie di iniziative del progetto Respect Inclusion a UEFA EURO 2012. CAFE lavora a stretto contatto con gli organizzatori di UEFA EURO 2012 e i comitati organizzatori locali (LOC) in Polonia e Ucraina per garantire una maggiore accessibilità ai tifosi e ai turisti diversamente abili.

SD Europe intende dare ai tifosi una maggiore influenza e partecipazione nelle associazioni sportive, promuovendo il valore della proprietà condivisa e consentendo la creazione di fondi per tifosi o l'affiliazione a quelli esistenti.

Tra i temi in agenda, sono stati discussi i rapporti tra i gruppi ufficiali di tifosi e la UEFA, la famiglia del calcio europeo e le autorità politiche europee, ma anche le prevendite, la sicurezza, le questioni disciplinari, i funzionari di collegamento con i tifosi, le strutture e l'accesso per i diversamente abili, UEFA EURO 2012 e il rafforzamento delle relazioni tra la UEFA e i rappresentanti dei tifosi.

I gruppi hanno presentato le loro attività, i progetti per il futuro e varie proposte per portare avanti la collaborazione con la UEFA. Quest'ultima, in particolare, ha aggiornato i presenti sulle misure di fair play finanziario in corso di adozione, per introdurre una maggior disciplina e garantire la stabilità a lungo termine del calcio europeo.

La UEFA ha promesso di impegnarsi per dare ai tifosi tutto il sostegno necessario per le loro attività, ringraziandoli per le attività svolte per migliorare il calcio in generale.

"I tifosi fanno parte della famiglia del calcio e la UEFA è la loro casa - ha dichiarato Michel Platini a Nyon -. È importante avervi qui e siamo disposti ad ascoltarvi ogni volta che possiamo. Il calcio appartiene anche ai tifosi, dunque è un piacere condividere idee e opinioni con voi".