UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Collaborazioni continuative

L'impegno della UEFA nella responsabilità sociale si concretizza in partnership di lungo corso con:
Olimpiadi Speciali (SO) – Calcio per tutti i livelli di abilità
Football Against Racism in Europe (FARE) – Lotta al  razzismo e alla discriminazione
Cross Cultures Open Fun Football Schools (CCPA) – Promozione della riconciliazione e della pace
World Heart Federation (WHF) – Salute e prevenzione dell'obesità infantile

Olimpiadi Speciali (SO)
Le Olimpiadi Speciali danno un'opportunità a oltre 3,1 milioni di atleti con disabilità intellettuali in oltre 170 paesi. Il progetto di sviluppo calcistico Special Olympics Europe Eurasia-UEFA è iniziato nel 1998 e intende coinvolgere un numero sempre maggiore di partecipanti in varie attività.

• Il numero di partecipanti è aumentato da 30.000 a 110.000
• Sono stati avviati nuovi programmi calcistici in otto paesi dell'Europa dell'est
• La rete di coordinatori calcistici nazionali si è ampliata a 48 paesi
• La Settimana del Calcio UEFA/Special Olympics si è consolidata con la partecipazione di 50.000 atleti in 48 paesi
• La rete di ambasciatori si è ampliata a 23 paesi
• Sono stati realizzati quattro video e DVD di formazione
• Distribuiti oltre 200 fondi in 50 paesi
• Organizzate 13 competizioni calcistiche europee

Football Against Racism in Europe (FARE)
Nata nel 1999 a Vienna, la rete FARE rappresenta ONG, gruppi di tifosi, migranti, organizzazioni di minoranze etniche e singoli interessati in oltre 40 paesi. Negli ultimi 10 anni, le attività del network FARE e della UEFA hanno favorito una maggiore sensibilizzazione della discriminazione nel calcio, spiegando come affrontarla al meglio.

La UEFA supporta la rete FARE in varie attività:
• Action Week (ottobre 2009) – i capitani delle squadre indossano la fascia Unite Against Racism e nelle partite di UEFA Champions League vengono trasmessi messaggi antirazzisti su maxischermo.
• Conferenze Unite Against Racism, la più recente delle quali a Varsavia nel 2009.
• Eventi dedicati ai giovani come i Mondiali Antirazzisti.
• Progetto di ambasciatori delle tifoserie a UEFA EURO 2008.

Progetto interculturale scolastico Open Fun Football
Creando scuole nelle aree reduci da un conflitto, si utilizza il calcio per favorire l'amicizia e la cooperazione sportiva tra i bambini che vivono in comunità divise.

• Dal 1998 sono state aperte oltre 1.000 scuole Open Fun Football per 200.000 ragazzi in 10 paesi che fanno parte delle aree più turbolente a livello politico in Europa.
• Nel 2009, sono state organizzate 150 scuole Open Fun Football nei Balcani e nell'area transcaucasica per 30.000 ragazzi tra i sette e gli 11 anni di diverso background etnico e sociale.
• Reclutamento e istruzione di circa 2800 allenatori volontari.

World Heart Federation (WHF)
La WHF vuole aiutare le persone ad avere una vita più lunga e migliore mediante la prevenzione e il controllo delle patologie cardiache e degli infarti. Il centro di attenzione della partnership con la UEFA è la promozione di uno stile di vita salutare e la lotta contro l'obesità infantile.

• Libro di ricette Eat for Goals! presentato a settembre 2008: 13 calciatori e calciatrici famosi a livello internazionale spiegano che uno stile di vita salutare richiede un'alimentazione corretta. L'edizione in brossura del libro è ora disponibile.
• Promozione di uno stile di vita salutare con programmi rivolti ai bambini.
• La UEFA supporta anche la Giornata del Cuore, che si svolge ogni anno l'ultima domenica di settembre.