Gli arbitri a EURO Futsal

La prima settimana di UEFA Futsal EURO 2014 ad Anversa è stata molto intensa per tutte le persone coinvolte – soprattutto per gli arbitri.

Mark Birkett e colleghi durante la partita di apertura tra Russia e Olanda
Mark Birkett e colleghi durante la partita di apertura tra Russia e Olanda ©Sportsfile

La prima settimana di UEFA Futsal EURO 2014 ad Anversa è stata molto intensa per tutte le persone coinvolte – soprattutto per gli arbitri.

"Sono stato molto impegnato in questo torneo, domenica avrò fatto cinque partite in sei giorni", ha detto l'arbitro inglese Mark Birkett a UEFA.com. "Da quando sono arrivato ho avuto un solo giorno di riposo quindi è stato piuttosto faticoso, fisicamente per le partite ma anche mentalmente per passare dal dirigere una partita al fare il terzo uomo, che è un po' più rilassante, i ruoli e le responsabilità cambiano. Quindi passare da un ruolo all'altro è stato piuttosto faticoso ma ugualmente divertente".

Birkett è uno dei 16 arbitri di altrettante nazioni presenti alle fasi finali, con quattro istruttori, loro stessi ex arbitri di livello internazionale. "Il torneo fino a ora è stato un'ottima esperienza", ha detto Birkett, che ha anche arbitrato a UEFA Futsal EURO 2012 in Croazia e al Mondiale FIFA Futsal a Bangkok più tardi quell'anno. "Abbiamo visto delle ottime partite, alcune molto intense, L'organizzazione è stata molto buona, le sale sono spettacolari e lo spettacolo che la UEFA ha messo in piedi per noi è stato fantastico".

Sullo stesso piano dell'hotel, Birkett parla della sistemazione degli arbitri: "Essere in un ritiro è buono perché ci incrociamo sempre, hai l'opportunità di rilassarti con i colleghi, di parlare dello sport ma anche di altro. Conoscere di più i colleghi come persone.

"Quello che provano a fare qui con i programmi di allenamento e gli incontri tecnici è quello di farci sentire un gruppo fin dal primo momento del mattino, per tutta la giornata e fino alla sera, partite incluse. Il nostro allenamento è stato pensato specificamente per l'arbitraggio di futsal, per ottimizzare i nostri sforzi in partita. Non è solo una preparazione fisica ma anche mentale, il che ci ha decisamente aiutati ad avere, spero, maggior successo sul campo".

Un'innovazione ad Anversa è stata quella degli incontri pre-torneo tra gli istruttori degli arbitri e le squadre, qualcosa in comune con i tornei di calcio UEFA negli ultimi anni, ma la prima volta per il futsal. L'istruttore Pedro Galán Nieto, spagnolo, ha spiegato: "Volevamo sapessero che a novembre la UEFA ha organizzato dei corsi con questi arbitri in Belgio per unificare i criteri dei regolamenti del futsal. E le stesse istruzioni che abbiamo dateo agli arbitri, le abbiamo date alle squadre".

Birkett ha aggiunto: "Questo aiuta, decisamente, aiuta a costruire relazioni tra la famiglia arbitrale e quella dei giocatori. Il futsal è più come una famiglia, in ogni caso, e siamo tutti qui per imparare a portare questo sport dove vogliamo che arrivi".

In alto