Studio UEFA sulla casistica degli infortuni

La UEFA, le federazioni affiliate, i club e i loro staff medici lavorano fianco a fianco per diminuire il numero di infortuni. Uno studio in merito riguardante le competizioni UEFA è stato condotto dal Professor Jan Ekstrand.

©Sportsfile

La UEFA, le federazioni affiliate, i club e i loro staff medici lavorano fianco a fianco per diminuire il numero di infortuni. Uno studio in merito riguardante le competizioni UEFA è stato condotto dal Professor Jan Ekstrand.

Beneficio reciproco
L'obiettivo dello Studio UEFA sulla Casistica degli Infortuni è quello di aumentare la sicurezza dei calciatori e diminuire il numero di infortuni, creando un beneficio reciproco per l'organismo di governo del calcio europeo, i club e le federazioni affiliate. Il progetto, guidato dal vicepresidente del Comitato Medico UEFA, Professor Ekstrand, sta attualmente prendendo in esame la casistica degli infortuni occorsi durante i Campionati Europei UEFA Under 21.

Riduzione dei rischi
Lo studio, nato nel 2001 per volontà di FIFA, UEFA e di altre confederazioni continentali, si è rivelato uno strumento fondamentale per la prevenzione. Il Professor Ekstrand, pertanto, è convinto che il progetto debba effettuare un ulteriore salto di qualità per continuare a crescere e a fare in modo che il numero di incidenti decresca ancora: UEFA e FIFA si battono da tempo per ridurre al minimo il rischio di infortuni e gli studi sulla casistica rappresentano uno strumento prezioso", ha spiegato a uefa.com.

Interscambio
"Per ridurre il numero di incidenti è importante che i giocatori abbiano a disposizione un programma personalizzato di stretching, potenziamento muscolare e miglioramento della coordinazione. Anche i carichi di lavoro sono importanti, il tipo di preparazione adottato dagli allenatori di club ricopre un ruolo decisivo. In ogni caso, il fattore determinante per la prevenzione degli incidenti è l'interscambio di informazioni tra l'area tecnica, gli staff medici e la UEFA".

Casistica
Lo studio ha accertato che a livello élite la tipologia di infortunio più frequente è quella agli adduttori, causata dall'intensità e della velocità del calcio moderno. In una rosa di 25 giocatori, ad esempio, dieci in media subiscono infortuni ai muscoli della coscia e sette di questi sono agli adduttori. Per ulteriori informazioni sui problemi agli adduttori e sui dieci infortuni più frequenti, guarda i video del Professor Ekstrand nella sezione  the UEFA Training Ground di uefa.com. Clicca qui.

In alto