Programma di formazione medica UEFA a Vienna

Il programma di formazione medica UEFA inizia questo mese a Vienna e intende favorire lo scambio di nozioni e competenze mediche tra gli specialisti delle 53 federazioni affiliate.

©UEFA.com

La collaborazione della UEFA con le 53 federazioni affiliate compie un nuovo passo in avanti con un programma di scambio di nozioni mediche tra le varie nazioni.

Gli aspetti medici rimangono una componente essenziale del calcio. Il nuovo programma di formazione medica della UEFA intende definire nuovi standard, diffondendo competenze specifiche in tutto il calcio europeo.

Il primo workshop UEFA nell'ambito del programma si svolgerà dal 20 al 24 febbraio a Vienna con due sedute a gruppi, alle quali parteciperanno medici sociali provenienti da tutte e 53 le federazioni affiliate. La notevole affluenza prevista rispecchia il grande interesse per il programma di formazione in tutta Europa e ribadisce un messaggio: le competenze mediche specifiche devono essere scambiate e trasmesse tra gli esperti, per il bene comune del calcio europeo.

A Vienna verranno esaminati due argomenti con sessioni plenarie e gruppi di discussione: ruoli/responsabilità del medico e trattamento d'emergenza degli infortuni. Altri temi che verranno approfonditi nei futuri workshop sono la prevenzione degli infortuni, il trattamento e la riabilitazione e l'antidoping.

"Poiché il calcio moderno si è evoluto negli ultimi anni, il ruolo dei medici sociali è diventato sempre più importante per il successo di una squadra; non solo tutelando la salute e la condizione fisica dei giocatori, ma anche fornendo un sostegno medico esaustivo e scientificamente avanzato", commenta il dr. Michel D'Hooghe, presidente del Comitato Medico UEFA.

"Ora, il ruolo del medico comprende anche la pianificazione e la gestione, la prevenzione degli infortuni, il mantenimento di una condizione fisica ottimale, la riabilitazione e tante altre aree. Ciò significa che il medico è uno dei ruoli chiave in una squadra di successo".

I contenuti del corso sono stati preparati insieme al Comitato Medico UEFA e a esperti di medicina sportiva. "Il programma di formazione della UEFA è studiato per aiutare i medici del calcio europei a sviluppare tecniche e competenze indispendabili per un medico moderno", commenta D'Hooghe.

"Il corso vuole insegnare le tecniche di trattamento più efficaci, condividere le esperienze reali nel calcio, identificare le prassi ottimali e soprattutto insegnare ai medici a diffondere le nozioni nel proprio paese. In questo modo si creerà una rete di medici altamente qualificati in tutto il calcio europeo".

Argomenti del programma

• Ruoli e responsabilità del medico: panoramica delle competenze generali e delle conoscenze necessarie per un medico moderno

• Trattamento d'emergenza dei giocatori: tecniche avanzate per la gestione e il trattamento di infortuni gravi e potenzialmente letali

• Prevenzione degli infortuni: approfondimento delle conclusioni e dei risultati pratici dello studio sugli infortuni UEFA, una delle ricerche più ampie e longeve sugli infortuni sportivi

• Trattamento e riabilitazione: fattori chiave per un trattamento e una riabilitazione efficaci degli infortuni calcistici

• Antidoping: ruolo del medico sociale nelle procedure antidoping, con approfondimenti su esami, strutture preposte ed esenzioni per uso terapeutico

In alto