Formazione per i medici della Repubblica Ceca

Il soccorso d'urgenza è stato il tema centrale del seminario organizzato in Repubblica Ceca all'interno del Programma di formazione UEFA per Medici del Calcio.

Una sessione pratica del seminario in Repubblica Ceca
Una sessione pratica del seminario in Repubblica Ceca ©FACR

Il soccorso d'urgenza è stato al centro del seminario organizzato in Repubblica Ceca all'interno del Programma di formazione UEFA per Medici del Calcio (FDEP), che incoraggia i medici sociali di tutta Europa a scambiarsi informazioni e competenze di vitale importanza.

I medici provenienti dalle squadre di club di prima e seconda divisione ceca e dalla nazionale sono stati invitati all'evento di Praga insieme a due fisioterapisti e membri del comitato medico della federcalcio ceca (FAČR). Il seminario è stato condotto da Petr Čechal, medico sociale della nazionale femminile della Repubblica Ceca.

Le sessioni pratiche hanno affrontato il tema dell'uscita dal campo dei giocatori con infortuni alla spina dorsale, e il primo soccorso attraverso l'uso di defibrillatori automatici esterni (AED) in caso di traumi cardiaci. Si è affrontato, inoltre, il delicato tema della morte improvvisa dei giocatori in campo, il trattamento delle commozioni cerebrali, gli infortuni alla testa, il diabete, l'epilessia e le reazioni allergiche. I delegati hanno anche visto la campagna completa della UEFA per la lotta al doping.

Il programma FDEP e i suoi corsi nazionali in tutta Europa permettono di diffondere una conoscenza più approfondita nella comunità medico-sportiva europea. I contenuti del programma vengono trasmessi dalle federazioni affiliate attraverso i corsi FDEP organizzati a livello nazionale.

I temi includono diagnosi e trattamento degli infortuni, emergenze mediche in campo, ruoli e responsabilità dei medici sociali, prevenzione e riabilitazione dagli infortuni, psicologia, alimentazione nel calcio, nonché la campagna per sconfiggere il doping. Il contenuto del FDEP è stato redatto e sviluppato in collaborazione col Comitato Medico della UEFA e con esperti di medicina dello sport.

In alto