Il programma sulla medicina apre nuovi orizzonti

La UEFA ha tenuto a Budapest il terzo seminario 'Football Doctor Education Programme', incentrato sulla tutela dei giocatori, a cui hanno partecipato rappresentanti di tutte e 54 le federazioni affiliate.

Foto di gruppo del seminario FDEP di Budapest
Foto di gruppo del seminario FDEP di Budapest ©UEFA

Il terzo workshop della UEFA 'Football Doctor Education Programme' (FDEP), che ha avuto recentemente luogo a Budapest, ha segnato un momento decisivo nella medicina dello sport. Ben 36 medici sociali di tutta Europa hanno completato il primo corso UEFA di medicina del calcio.

Il seminario, della durata di due giorni, ha segnato la fine del primo ciclo di FDEP e ha visto la partecipazione dei rappresentanti di tutte le federazioni affiliate alla UEFA. Medici di tutta Europa hanno ascoltato le presentazioni dei nove esperti, riguardante tematiche di diverso interesse.

Il professor Jan Ekstrand, primo vice presidente del Comitato Medico UEFA, ha illustrato l'obiettivo che il programma ha raggiunto. "Il seminario finale FDEP, è il culmine di un programma di formazione innovativo che, per la prima volta, ha riconosciuto la specificità del calcio come ramo a se stante nella medicina dello sport. I medici che hanno partecipato al corso hanno avuto la possibilità non solo di imparare da esperti di fama mondiale delle relative aree tematiche, ma anche di imparare dagli altri colleghi".

"È una vera e propria testimonianza della qualità e dell'importanza dei contenuti del corso, ai quali hanno partecipato tanti dottori delle prime squadre delle 54 federazioni nazionali associate alla UEFA. I partecipanti hanno anche avuto modo di testare le proprie conoscenze attraverso esami specifici del corso - ha sottolineato -. La trasmissione di conoscenza ha anche avuto la funzione di aumentare il numero di medici che possono accedere a questa formazione fondamentale. In ultima analisi, questo aspetto si traduce in una maggiore sicurezza della salute dei giocatori di tutta Europa. È  proprio questo l'obiettivo principale del lavoro svolto in ambito medico della UEFA".

Mentre i primi due workshop annuali si sono concentrati sull'intervento di emergenza, diagnosi e trattamento, il tema principe del seminario di Budapest è stata la Tutela del Giocatore. Il corso ha coperto aspetti vari, dalla prevenzione degli infortuni alla commozione cerebrale. Il workshop della durata di due giorni è stato condotto dai direttori del corso Ian Beasley e Tim Meyer, ovvero i medici rispettivamente della prima squadra della federcalcio inglese (FA) e tedesca (DFB).

UEFA.org nel corso della prossima settimana rilascerà dei report dettagliati di alcune presentazioni del workshop Football Doctor Education di Budapest 

In alto