Il sito ufficiale del calcio europeo

Cooperazione

Pubblicato: giovedì, 23 maggio 2013, 13.09CET

UEFA e Europol
Il 27 maggio 2014, UEFA e Europol hanno firmato un importante Memorandum d'intesa per lottare contro le combine a livello europeo.

Europol lavora con gli stati membri dell'Unione Europea, stati extraeuropei e altre organizzazioni nella lotta al crimine internazionale, svolgendo operazioni di intelligence/indagine e diffondendo informazioni alle forze di polizia nazionali.

Tra gli obiettivi del memorandum anche lo scambio di conoscenze costante in materia di combine e crimine organizzato, oltre allo scambio di informazioni e know-how in queste aree.

Europol e la UEFA si impegnano a svolgere attività congiunte e a implementare diversi progetti, scambiando informazioni sui casi sospetti di combine e sui metodi utilizzati da individui e organizzazioni criminali per manipolare gli incontri. Alla UEFA e alle 55 federazioni affiliate, Europol offrirà anche l'assistenza di esperti e consigli su aspetti fondamentali delle organizzazioni criminali contemporanee che si concentrano sulle combine di partite.

©Getty Images

Il memorandum d'intesa tra UEFA ed Europol è una tappa cruciale della campagna per la lotta alle combine nel calcio europeo. Per la UEFA è una delle massime priorità, perché il problema rappresenta una minaccia seria all'integrità del calcio e delle sue competizioni.  

Europol, che ha sede a L'Aia, lavora con gli stati membri dell'Unione Europea, stati extraeuropei e altre organizzazioni nella lotta al crimine internazionale, svolgendo operazioni di intelligence/indagine e diffondendo informazioni alle forze di polizia nazionali.

Dal 2011, Europol aiuta le forze di polizia dell'Unione europea ad analizzare i dati delle indagini sulla corruzione sportiva, in particolare nelle partite di calcio. Quest'anno, Europol ha inaugurato formalmente un centro di coordinamento sulla corruzione sportiva che ha visto la partecipazione di 14 stati membri, due stati non membri dell'Unione europea e dell'INTERPOL. Attualmente, Europol collabora a nove indagini nell'Unione.

UEFA e portatori di interesse nel calcio 
La UEFA mantiene ottime relazioni con i portatori di interesse del calcio per la lotta alle combine.

A questo proposito, dalla approvazione del Consiglio Strategico del Calcio Professionistico UEFA (PFSC) della risoluzione del nel 2010, la posizione del PFSC UEFA è stata molto chiara.

Nel 2014, la PSFC ha lanciato il Codice di Condotta del Calcio Europeo. E' stato concordato e approvato dalle quattro organizzazioni che rappresentano i portatori di interesse nel calcio professionistico europeo: ECA, FIFPRO, EPFL e UEFA.

Questo codice di condotta stabilisce i principi guida per giocatori, arbitri, club e altri ufficiali sull'argomento che riguarda l'integrità del calcio. Vuole promuovere i più alti standard di condotta nell'organizzazione, nel gioco e nell'arbitraggio e fa da punto di riferimento per i codici di condotta nazionali.

Ultimo aggiornamento: 05/06/17 13.39CET