Una pioggia di colori inaugura EURO 2016

UEFA EURO 2016 inizierà con una cerimonia coreografica e ricca di colori. Le anticipazioni del direttore creativo Julie Brassard.

©Getty Images

Il più grande Campionato Europeo di sempre sarà inaugurato da una cerimonia coreografica e ricca di colori che si terrà prima della gara tra Francia e Ucraina. Ce ne parla il direttore creativo Julie Brassard. 

UEFA.com: qual è il tema principale della cerimonia?

Julie Brassard: UEFA EURO 2016 unisce la gente, quindi abbiamo voluto unire non solo il mondo dello sport, ma anche la Francia e l'Europa. La cerimonia è divisa in tre atti.

Il primo rende omaggio al nostro paese, la Francia. Abbiamo deciso di mettere in risalto la cultura francese e di trasformarla in uno show in costume. Abbiamo trovato un simbolo della Francia che rappresenta davvero l'idea di unità, nei paesini più piccoli come nella capitale: è una cosa che si trova dappertutto, un po' come la piazza principale. Volevamo anche un tappeto decorativo con… beh, non posso raccontare tutto, ma è ispirato all'urbanistica francese, che tutto il mondo ci invidia.

Nel secondo atto ci spostiamo sulle nazioni partecipanti, per una prospettiva più europea. È un po' più moderno e abbiamo la fortuna di avere David Guetta con noi. Quando entrerà in scena esattamente? Chissà, ma di sicuro accenderà la cerimonia. Il terzo atto vede entrare in scena i giocatori ed è un momento cruciale.

UEFA.com: qual è la sfida più importante per voi?

Julie Brassard: in qualsiasi cerimonia di apertura è opportuno proteggere il campo, perché pochi minuti dopo si giocherà una partita importante. Quindi, tutti gli scenari sono misurati alla perfezione e si sta attenti alle ruote in modo che non danneggino il campo. Il tappeto ha la stessa funzione e serve anche a segnalare i posti, perché la cerimonia coinvolge oltre 500 volontari in costume. Sul tappeto ci sono numeri che non vengono colti dalle telecamere ma aiutano i volontari a posizionarsi, perché la coreografia durerà circa otto minuti. Abbiamo provato per 10 giorni e le persone hanno background diversi: alcuni sono ballerini professionisti, altri non sono molto esperti, quindi non è stato facile.

UEFA.com: userete tutto il campo? Anche gli spalti?

Julie Brassard: sì, useremo gli spalti in altezza. Sostanzialmente vogliamo coinvolgere i tifosi e farli diventare una parte della cerimonia. È fattibile, specialmente negli stadi, ma non è mai stato fatto come noi. 

In alto