Scambio di esperienze con il Gruppo di Studio

La federazione spagnola ha condiviso i segreti del suo successo a livello giovanile con le federazioni ospiti di Polonia, Russia e Ucraina nel quadro del Programma UEFA che promuove lo scambio delle conoscenze tecniche.

©RFEF

Lo scambio di conoscenze tecniche tra le 53 federazioni UEFA – cresciuto grazie all'innovativo Programma Gruppo di Studio UEFA – continua a progredire, come dimostra il seminario organizzato dalla federcalcio spagnola (RFEF) su un ambito in cui ha dimostrato la propria eccellenza: il calcio giovanile d'élite.

La RFEF e il suo dipartimento tecnico, sotto la guida di Ginés Meléndez, selezionatore dell'Under 19 campione d'Europa in carica, ha ospitato le federazioni di Polonia, Russia e Ucraina per condividere le proprie conoscenze ed esperienze. Molti degli attuali campioni d'Europa e del mondo della Spagna sono cresciuti nelle categorie giovanili della nazionale spagnola.

Il Programma Gruppo di Studio - iniziativa del presidente della UEFA Michel Platini - si propone di agevolare la diffusione di conoscenze tecniche e di elevare gli standard in tutto il continente attraverso, per esempio, la visita di specialisti delle federazioni – con il contributo finanziario della UEFA – per ricevere consigli tecnici da altre federazioni, in particolare dai loro club. Tutte le federazioni affiliate alla UEFA vi partecipano scambiandosi visite per condividere esperienze e pratiche migliori in materie quali la formazione dei tecnici, il calcio giovanile, femminile e di base.

"Siamo molto onorati di collaborare con la UEFA nel Programma Gruppo di Studio per spiegare il nostro lavoro, non soltanto a livello federale, ma anche l'eccellente lavoro svolto dai club spagnoli in materia di formazione dei tecnici e di sviluppo del settore giovanile – ha spiegato Ángel María Villar Llona, presidente della RFEF, nonché terzo vice presidente UEFA -. Continueremo a sostenere questo programma in quanto lo consideriamo molto positivo e proficuo per tutte le federazioni”.

"E' un vero onore per noi contribuire a migliorare il calcio europeo attraverso questi appuntamenti di scambio con tutte le federazioni UEFA, e al tempo stesso ricevere informazioni da altre federazioni per continuare a migliorare giorno per giorno”, ha aggiunto Meléndez.

L'apprezzamento degli ospiti è stato unanime. "Le informazioni circa l'organizzazione della formazione in club dal richiamo mondiale [Club Atlético de Madrid, Real Madrid CF, FC Barcelona e Athletic Club] ci permettono di progredire nelle attività dei settori giovani e dei club ucraini – ha dichiarato il direttore tecnico della federazione ucraina (FFU), Kostiantyn Vikhrov -. Questo scambio di esperienze tra paesi europei creerà indubbiamente lo sfondo per migliorare le nostre capacità di formazione professionale”.

"La delegazione russa che ha partecipato al seminario dedicato al calcio giovanile d'élite è molto grata alla federazione spagnola e alla UEFA per l'elevato livello organizzativo e per i contenuti del seminario – ha manifestato la federazione russa (RFS) alla UEFA -. Il materiale formativo fornito è stato certamente molto utile per il miglioramento del lavoro organizzativo e metodologico del calcio giovanile d'élite in Russia”.

"La visita ci ha fornito conoscenze preziose sul sistema e sulla filosofia del  Programma Gruppo di Studio UEFA, sul sistema e sulla filosofia di selezione dei migliori giovani calciatori spagnoli per le nazionali giovanili, nonché sui sistemi e sulle filosofie di allenamento dei giovani calciatori presso i migliori club spagnoli – ha dichiarato il responsabile della formazione degli allenatori della federazione polacca (PZPN), Piotr Maranda -. Inoltre, ci ha dato la possibilità di scambiare idee sui programmi di allenamento dei giovani con i nostri colleghi di Ucraina e Russia”.

"C'è molto interesse intorno al modo di lavorare nei diversi settori tecnici dei campioni d'Europa e del mondo, e la UEFA è molto lieta che la federazione spagnola apra le proprie porte con regolarità – ha dichiarato il responsabile dei servizi di formazione calcistica UEFA, Frank Ludolph -. L'atmosfera di amicizia e solidarietà, unita alla collaborazione dei grandi club spagnoli quali Real Madrid, Barcellona, Atlético e Athletic, fanno sì che i seminari in Spagna siano un'opportunità di apprendimento ideale per le nostre federazioni affiliate”.

I seminari in programma nel 2011/12 sono 54. Il programma verrà ulteriormente ampliato quest'anno con l'inclusione di quattro corsi pilota sulla formazione degli allenatori dei portieri, in aggiunta ai quattro argomenti principali.

In alto