UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

La UEFA pubblica la serie-documentario Outraged contro la discriminazione e gli abusi online nel calcio

Il quinto episodio è dedicato agli abusi online e vede la partecipazione di Renard, Jorginho, Lehmann, Vieira e Carney.

Trailer di "Outraged" (luglio 2022)

Nell'ambito della costante lotta della UEFA alla discriminazione, all'odio e agli abusi online nel calcio, la serie-documentario di cinque episodi "Outraged" è da oggi disponibile su UEFA.tv, la piattaforma di streaming della UEFA. La serie "Outraged" rientra nel più ampio programma RESPECT contro gli abusi online, affiancandosi agli obiettivi preventivi della campagna Real Scars e alle attività di monitoraggio, segnalazione e contrasto all'odio online.

I primi quattro episodi di 10-12 minuti rivisitano il pluripremiato documentario "Outraged", dedicandosi a temi specifici (razzismo, sessismo, discriminazione dei rifugiati e omofobia) con la partecipazione di Paul Pogba, Megan Rapinoe, Dejan Lovren, Nadia Nadim, Moise Kean, Shanice van de Sanden, Ruud Gullit e altri.

L'ultimo episodio della serie affronta il problema degli abusi online e si affianca alla campagna Real Scars lanciata a UEFA Women's EURO 2022. Grandi nomi del calcio come Wendie Renard, Jorginho, Alisha Lehmann, Karen Carney, Kai Havertz e Patrick Vieira condividono le loro esperienze e opinioni.

“Il calcio è il riflesso perfetto di ciò che è la società. È per questo che abbiamo un ruolo enorme e importante da svolgere. Bisogna agire ora prima che sia troppo tardi”, commenta Patrick Vieira, ex nazionale francese e attuale allenatore del Crystal Palace FC.

Wendie Renard, calciatrice dell'Olympique Lyonnais e della nazionale francese, aggiunge: “Un insulto è un insulto, sia sui social media che nella vita di tutti i giorni”.

Jesús Tomillero, ex arbitro professionista spagnolo, racconta la sua esperienza traumatizzante con gli abusi online: “Andava tutto bene, finché non ho trovato un ragazzo e ho pubblicato una foto sui social, come qualsiasi altro giovane. Ho smesso [di arbitrare] perché ho ricevuto più di 1.500 minacce di morte”.

Michele Uva, direttore calcio e responsabilità sociale UEFA

“Il documentario Outraged ha raggiunto milioni di persone in tutto il mondo, con l'importante messaggio che dobbiamo lavorare insieme per eliminare ogni forma di discriminazione e razzismo nel calcio. Per coinvolgere ed educare un pubblico ancora più ampio, abbiamo pubblicato questa serie-documentario con brevi episodi su argomenti relativi ai diritti umani nel calcio. Con la serie "Outraged", la UEFA lavorerà ancora più a stretto contatto con tutte le federazioni, per educare i giocatori nelle scuole calcio e nelle nazionali giovanili ma anche nei corsi per allenatori, club professionistici, club di base e scuole di tutta Europa”.

Durante la stagione 2022/23, e in linea con la Strategia UEFA per la sostenibilità nel calcio, la UEFA collaborerà con le 55 federazioni affiliate per utilizzare la serie "Outraged" in un progetto educativo a livello europeo. Questo metterà in risalto il valore del rispetto, del prevenire ogni tipo di discriminazione e dell'incoraggiare l'uguaglianza e l'inclusione. Pur essendo dedicato a bambini e ragazzi, il progetto coinvolgerà anche allenatori, scuole ed emittenti per raggiungere un pubblico più ampio.

La UEFA incoraggia tutti a unirsi alla lotta agli abusi online segnalando qualsiasi contenuto offensivo o discriminatorio sulla piattaforma social su cui è stato pubblicato. A chiunque sia stato vittima di abusi online o incitamento all'odio e abbia avuto pensieri autolesionistici o suicidi, consiglia di consultare un medico o l'ospedale più vicino per ricevere aiuto. Se le minacce o i commenti fanno temere per la sicurezza e l'incolumità personale, chiamare la polizia.

“Outraged” è visibile gratuitamente su UEFA.tv. La piattaforma è disponibile su PlayStation (PS4 e PS5), Smart TV Hisense VIDAA, Android e iOS (smartphone e tablet), Apple TV, Android TV e Amazon Fire TV.