UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Jovetić corre in soccorso di un collega

Il giovane attaccante del Budućnost Podgorica Milivoje Raičević si trovava in un vicolo cieco dopo l'infortunio ai legamenti rimediato in agosto, non potendosi permettere l'operazione. Poi, il suo telefono ha squillato...

Jovetić corre in soccorso di un collega
Jovetić corre in soccorso di un collega ©AFP/Getty Images

Quando Milivoje Raičević si è infortunato ai legamenti crociati in agosto il colpo è stato duro da digerire.

Non bastava la serietà dell'infortunio, gli incubi che in certi momenti assalgono qualsiasi sportivo. C'era anche il problema di come pagare le cure mediche necessarie al 22enne: il suo club, il Budućnost Podgorica, non poteva permettersele.

Poi, però, ha squillato il telefono… Dall'altra parte della cornetta c'era un altro attaccante montenegrino, l'interista Stevan Jovetić.

"Quando ha sentito cos'era successo e ha scoperto che il mio club non aveva abbastanza soldi per mandarmi ad Augsburg dopo una diagnosi sbagliata in Montenegro, Jovetić mi ha chiamato e mi ha offerto il suo aiuto", ha raccontato Raičević.

Il Budućnost Podgorica in allenamento
Il Budućnost Podgorica in allenamento©Savo Prelević

"Ha organizzato un incontro per me con il medico che aveva aiutato lui quando aveva subito lo stesso infortunio [nel 2010]. Jovetić ha coperto tutte le spese per gli esami e ha anche pagato l'intervento, al quale mi sono sottoposto qualche giorno fa in Serbia".

E' una di quelle storie che scaldano il cuore, specialmente perché prima di quella telefonata Jovetić non aveva mai parlato con Raičević in vita sua. Non c'erano mai stati legami. Raičević gioca con il Budućnost; Jovetić, al momento in prestito dal Manchester City, aveva iniziato con i rivali del Mladost.

"Posso solo dire tante, tante grazie, e promettere a Stevan che tornerò in campo la prossima stagione, e segnerò per lui", ha detto Raičević.