UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Emozioni infinite in coda alla classifica

uefa.com vi ripropone l’altalena di emozioni nella lotta disperata per non retrocedere nella penultima giornata di Serie A.

di Massimo Gonnella

Prima della penultima giornata del campionato di Serie A non meno di tredici squadre non avevano ancora ottenuto la salvezza matematica in coda alla classifica. uefa.com vi propone di rivivere l’altalena di emozioni nella lotta disperata per non retrocedere in questa fase finale del campionato di Serie A.

Tredici in bilico
Al calcio d’inizio di questa penultima giornata, questa la classifica provvisoria, con non meno di tredici squadre ancora in bilico (in neretto):
Juventus 83, Milan 78, Inter 69, Udinese e Sampdoria 61, Palermo 52, Messina 48, Cagliari e Livorno 44, Lazio, Lecce e Reggina 43, Bologna e Roma 42, Parma 41, Siena e Chievo 40, Fiorentina e Brescia 39, Atalanta 36. Fosse questa la classifica finale, sarebbero Fiorentina, Brescia e Atalanta a prendere la strada della Serie B.

2° minuto : Lazio – Fiorentina 0-1
Passano solo 2 minuti e si sblocca la situazione grazie al gol di Maresca all’Olimpico contro la Lazio. Cambia quindi anche la classifica in coda :
Salvezza matematica: Cagliari e Livorno 44.
Ancora in bilico: Lecce e Reggina 43, Bologna, Roma e Lazio 42, Parma e Fiorentina 41, Siena e Chievo 40, Brescia 39.
Retrocessa: Atalanta 36.

9° minuto : Reggina – Lecce 1-0
Passa la Reggina con Bonazzoli.
Salvezza matematica: Reggina 45, Cagliari e Livorno 44.
Ancora in bilico: Bologna, Roma, Lecce e Lazio 42, Parma e Fiorentina 41, Siena e Chievo 40, Brescia 39.
Retrocessa: Atalanta 36.

10° minuto : Livorno – Juventus 0-1
Nedved porta in vantaggio i neocampioni d’Italia.
Salvezza matematica: Reggina 45, Cagliari 44.
Ancora in bilico: Livorno 43, Bologna, Roma, Lecce e Lazio 42, Parma e Fiorentina 41, Siena e Chievo 40, Brescia 39.
Retrocessa: Atalanta 36.

15° minuto: Reggina – Lecce 1-1
Pareggia subito il Lecce con Vucinic.
Salvezza matematica: Cagliari 44.
Ancora in bilico: Lecce, Livorno e Reggina 43, Bologna, Roma e Lazio 42, Parma e Fiorentina 41, Siena e Chievo 40, Brescia 39.
Retrocessa: Atalanta 36.

18° minuto: Lazio – Fiorentina 1-1
Il gol del pareggio di Siviglia inguaia la Fiorentina.
Salvezza matematica: Cagliari 44, Lazio, Lecce, Livorno e Reggina 43.
Ancora in bilico: Bologna e Roma 42, Parma 41, Siena e Chievo 40, Brescia e Fiorentina 39.
Retrocessa: Atalanta 36.

31° minuto: Reggina – Lecce 2-1
Passa nuovamente in vantaggio la Reggina grazie al gol di Paredes.
Salvezza matematica: Reggina 45, Cagliari 44, Lazio e Livorno 43.
Ancora in bilico: Bologna, Lecce e Roma 42, Parma 41, Siena e Chievo 40, Brescia e Fiorentina 39.
Retrocessa: Atalanta 36.

36° minuto: Sampdoria – Inter 0-1
Adriano porta in vantaggio l’Inter. Resta invariata la coda della classifica.

43° minuto: Reggina – Lecce 2-2
Il Lecce riagguanta il pareggio grazie al secondo gol di Vucinic.
Salvezza matematica: Cagliari 44, Lazio, Reggina, Lecce e Livorno 43.
Ancora in bilico: Bologna e Roma 42, Parma 41, Siena e Chievo 40, Brescia e Fiorentina 39.
Retrocessa: Atalanta 36.

47° minuto: Livorno – Juventus 1-1
Protti pareggia per il Livorno.
Salvezza matematica: Cagliari e Livorno 44, Lazio, Reggina e Lecce 43.
Ancora in bilico: Bologna e Roma 42, Parma 41, Siena e Chievo 40, Brescia e Fiorentina 39.
Retrocessa: Atalanta 36.

48° minuto: Cagliari – Udinese 0-1
L’Udinese passa a Cagliari con Iaquinta.
Salvezza matematica: Livorno 44, Lazio, Reggina, Cagliari e Lecce 43.
Ancora in bilico: Bologna e Roma 42, Parma 41, Siena e Chievo 40, Brescia e Fiorentina 39.
Retrocessa: Atalanta 36.

50° minuto: Atalanta – Roma 0-1
La Roma segna a Bergamo con Cassano e condanna praticamente l’Atalanta.
Salvezza matematica: Livorno e Roma 44, Lazio, Reggina, Cagliari e Lecce 43.
Ancora in bilico: Bologna 42, Parma 41, Siena e Chievo 40, Brescia e Fiorentina 39.
Retrocessa: Atalanta 35.

55° minuto: Livorno – Juventus 2-1
Lucarelli porta in vantaggio il Livorno contro i neocampioni d’Italia.
Salvezza matematica: Livorno 46, Roma 44, Lazio, Reggina, Cagliari e Lecce 43.
Ancora in bilico: Bologna 42, Parma 41, Siena e Chievo 40, Brescia e Fiorentina 39.
Retrocessa: Atalanta 35.

62° minuto: Brescia – Messina 1-0
Di Biagio segna un gol vitale che rilancia il Brescia e rimette in questione la salvezza per quattro squadre.
Salvezza matematica: Livorno 46, Roma 44.
Ancora in bilico: Lazio, Reggina, Cagliari e Lecce 43, Bologna 42, Parma e Brescia 41, Siena e Chievo 40, Fiorentina 39.
Retrocessa: Atalanta 35.

66° minuto: Livorno – Juventus 2-2
Trezeguet pareggia i conti per la Juventus.
Salvezza matematica: Livorno e Roma 44.
Ancora in bilico: Lazio, Reggina, Cagliari e Lecce 43, Bologna 42, Parma e Brescia 41, Siena e Chievo 40, Fiorentina 39.
Retrocessa: Atalanta 35.

67° minuto: Cagliari – Udinese 1-1
Esposito dà il pareggio al Cagliari che si avvicina alla salvezza.
Salvezza matematica: Livorno, Cagliari e Roma 44.
Ancora in bilico: Lazio, Reggina e Lecce 43, Bologna 42, Parma e Brescia 41, Siena e Chievo 40, Fiorentina 39.
Retrocessa: Atalanta 35.

72° minuto: Brescia – Messina 2-0
Milanetto raddoppia per il Brescia. Non cambia la classifica.

81° minuto: Chievo – Bologna 1-0
Il Chievo passa in vantaggio con Mandelli. Classifica rivoluzionata.
Salvezza matematica: Livorno, Cagliari e Roma 44.
Ancora in bilico: Lazio, Reggina e Lecce 43, Chievo 42, Bologna, Parma e Brescia 41, Siena 40, Fiorentina 39.
Retrocessa: Atalanta 35.

90° minuto: Brescia – Messina 2-1
Accorcia le distanze Amoroso ma non cambia più nulla.

Primi verdetti
Dopo 90 minuti altalenanti arrivano quindi i primi verdetti: L’Atalanta retrocede in Serie B con una giornata di anticipo. Livorno, Cagliari e Roma ottengono la salvezza matematica. Per Lazio, Reggina, Lecce (tutte 43 punti), Chievo (42), Bologna, Parma e Brescia (41), Siena (40) e Fiorentina (39) tutto rimandato a domenica prossima.

Ultima giornata
Le altre due retrocessioni saranno quindi decise fra una settimana. Rischiano tantissimo Fiorentina e Brescia che si affronteranno all’Artemio Franchi di Firenze. Gara difficile anche per le due emiliane; il Parma andrà a Lecce, il Bologna ospiterà la Sampdoria ancora in lotta per il quarto posto in UEFA Champions League. Il Siena avrà un compito apparentemente più facile, ospitando un’Atalanta già retrocessa, mentre al Chievo potrebbe bastare il pareggio all’Olimpico contro la Roma. Per Lazio, Reggina e Lecce, tutte in casa contro Palermo, Inter e Parma sarà sufficiente il pareggio.