UEFA.com funziona meglio su altri browser
Dal 25 gennaio, UEFA.com non supporterà più Internet Explorer.
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox o Microsoft Edge.

Pari Juve, la Roma si avvicina

Nel derby d'Italia, i Bianconeri pareggiano 1-1 con l'Inter e vedono ridursi a un punto il vantaggio sui Giallorossi, che passano 1-0 a Udine con un gol di Astori. Il Milan perde 2-1 in casa con il Sassuolo, Fiorentina ko a Parma. Poker del Napoli.

Liga spagnola: 5 ottobre ©AFP/Getty Images

Si riduce a un punto il vantaggio della Juventus sull'AS Roma. Nel turno dell'Epifania, i Bianconeri - contro l'FC Internazionale Milano - passano subito in vantaggio con Carlos Tévez ma sono raggiunti da Mauro Icardi: i Giallorossi ne approfittano grazie al colpo corsaro sul campo dell'Udinese Calcio, propiziato dal primo gol di Davide Astori. L'AC Milan è battuto in casa dall'US Sassuolo Calcio ed è agganciato in classifica dall'US Città di Palermo, che travolge 5-0 il Cagliari Calcio; male anche l'ACF Fiorentina, che esce sconfitta 1-0 dal campo del Parma FC fanalino di coda.

Dopo una grande chance capitata a Claudio Marchisio, i Bianconeri passano in vantaggio nel derby d'Italia al 5'. Arturo Vidal è protagonista di una grande giocata, finalizzata da Tévez: l'Apache argentino mette a segno l'undicesimo centro in campionato.

Samir Handanovič tiene a galla i Nerazzurri di Roberto Mancini con due parate sullo stesso Vidal, prima di fermare anche uno scatenato Paul Pogba, protagonista di una giocata superlativa. Nella ripresa Roberto Mancini si affida al nuovo acquisto Lukas Podolski, appena arrivato dall'Arsenal FC, e la partita cambia fisionomia: al 64', infatti, arriva il pari. Fredy Guarín verticalizza per Mauro Icardi e l’attaccante argentino beffa sia Leonardo Bonucci sia Gianluigi Buffon, realizzando l’1-1 e punendo ancora una volta la Juventus.

La squadra di Massimiliano Allegri va vicina al gol con Andrea Pirlo, dalla parte opposta Icardi sciupa su assist di Podolski e poi ignora il compagno Pablo Daniel Osvaldo. Finisce 1-1, malgrado l'espulsione di Mateo Kovačić per un’entrata dura su Stephan Lichtsteiner.

La Roma, che presenta Kevin Strootman dal primo minuto e rinuncia in chiave derby a Radja Nainggolan, diffidato, trova il gol-vittoria al 17'. Francesco Totti calcia una punizione, Astori colpisce di testa e il pallone, dopo aver picchiato sulla traversa, rimbalza nei pressi della linea bianca. Il gol viene assegnato.

Lo stesso capitano dei Giallorossi, ispirato da una grande azione di Juan Manuel Iturbe, ha sui piedi il pallone del raddoppio, ma dopo lo scontro con Danilo la parata di Orestis Karnezis non è difficile. Nella ripresa Adem Ljajić si infortuna e lascia nel finale il posto a Urby Emanuelson, l’olandese va vicino al gol nel recupero ma Karnezis gli dice di no. La Roma resiste all'assalto finale dell'Udinese e vince 1-0 agganciando la Juventus al primo posto.

Dopo aver chiuso imbattuto le sfide contro SSC Napoli e Roma, il Milan cade inaspettatamente in casa contro il Sassuolo. A San Siro, Andrea Poli porta subito in vantaggio i Rossoneri, ma la squadra di Filippo Inzaghi subisce la rimonta dei neroverdi di Eusebio Di Francesco, che pareggiano con Nicola Sansone e vincono grazie a un gran gol dell’azzurro Simone Zaza.

Il Parma, che non vinceva dal 1 novembre, batte a sorpresa la Fiorentina e ottiene il terzo successo in campionato. Al Tardini, un gol in apertura del difensore Andrea Costa piega i Viola, che sbagliano con Mario Gomez il rigore del possibile pareggio; piove sul bagnato per la squadra di Vincenzo Montella, che chiude in nove uomini per le espulsioni di Gonzalo Rodríguez e Stefan Savić.

Vince d'autorità il Napoli, che riprende al terzo posto la S.S. Lazio. Al Manuzzi la squadra di Rafael Benitez stende 4-1 l’AC Cesena trascinato dalla doppietta di Gonzalo Higuaín e dai centri di José Callejón e Marek Hamšík.

Nono risultato utile consecutivo per il Palermo, che “schianta” 5-0 il Cagliari, in caduta libera malgrado l’esordio in panchina di Gianfranco Zola. Al Renzo Barbera i Rosanero si portano subito sul doppio vantaggio con i gol di Michel Morganella (5’) ed Ezequiel Muñoz (10’), poi - dopo l’espulsione di Daniele Conti - la squadra di Giuseppe Iachini dilaga. L’argentino Paulo Dybala, a segno al 33’ su rigore e al 72’, firma una doppietta, poi a cinque minuti dalla fine chiude il conto Édgar Barreto.

La sfida tra Genoa CFC e Atalanta BC termina 2-2, finiscono infine in pareggio - a reti inviolate - anche Empoli FC-Hellas Verona FC e AC Chievo Verona-Torino FC.