UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Super Kaká, il Milan sale ancora

Il brasiliano firma l'11esima doppietta in Serie A nella serata della sua presenza numero 300 in rossonero e trascina la squadra di Seedorf al 3-0 contro il Chievo; di Balotelli il primo gol. L'Atalanta passa 2-0 a Bologna.

Super Kaká, il Milan sale ancora
Super Kaká, il Milan sale ancora ©Getty Images

L’AC Milan ottiene la seconda vittoria consecutiva e aggancia momentaneamente la S.S. Lazio all’ottavo posto in classifica. Nell’anticipo serale della 31esima giornata di Serie A, I Rossoneri battono 3-0 a San Siro l’AC Chievo Verona trascinati da un grande Kaká, che “bagna” con una bella doppietta la sua presenza numero 300 in maglia Rossonera. Di Mario Balotelli l’altra rete. Non smette di vincere l’Atalanta BC, che passa 2-0 in casa del Bologna FC e infila il sesto successo consecutivo in campionato – un record per la Dea – e riduce a un punto il distacco dal Parma FC sesto in classifica.

Al Meazza la squadra di Clarence Seedorf, reduce dal bel colpo in trasferta contro l’ACF Fiorentina, spezza l’equilibrio dopo appena quattro minuti. Sul cross di Adil Rami, la deviazione volante di Balotelli è perfetta e non lascia scampo a Michael Agazzi. Il Milan sfiora il raddoppio con Adel Taarabt, mentre i Gialloblù si fanno vedere con Simone Bentivoglio.

Poco prima della mezzora inizia lo show di Kaká, che raccoglie il cross di Shunsuke Honda e, da due passi, supera il portiere avversario dopo aver controllato di petto. Il brasiliano nella ripresa, dove nove minuti, raggiunge quota 7 in campionato, ribadendo in rete con un fantastico tiro a giro dopo la parata di Agazzi sul colpo di testa di Honda, che sul finire del primo tempo aveva clamorosamente fallito l’occasione per il terzo gol.

Gli ospiti, sugli sviluppi di un corner dalla sinistra, centrano il palo: Victor Obinna fa il velo, Urby Emanuelson non interviene e la palla tocca i legno alla destra di Christian Abbiati. Il Chievo di Eugenio Corini, nel recupero, potrebbe realizzare il gol della bandiera. Ma Cyril Théréau calcia sulla traversa un rigore concesso per fallo di Christian Zaccardo sullo stesso attaccante francese.

Al Dall’Ara, contro i Felsinei di Davide Ballardini vittoriosi fino a questo pomeriggio solo una volta nelle ultime sette partite, gli ospiti impiegano 22 minuti per sbloccare il risultato. Giuseppe De Luca soffia il pallone a Diego Pérez e con un sinistro rasoterra pesca l’angolino, superando Gianluca Curci: per l’ex attaccante della nazionale Under 21 è il terzo gol in campionato, il secondo consecutivo dopo quello del turno infrasettimanale contro l’AS Livorno Calcio.

Quello dell’Atalanta è un uno-due micidiale, perché dopo quattro minuti arriva il raddoppio, realizzato da Marcelo Estigarribia. Il paraguaiano ex Juventus, UC Sampdoria e AC Chievo Verona, dopo un duetto con De Luca, lascia partire un super sinistro dal limite che si infila all’incrocio dei pali. Il Bologna prova a reagire ma Andrea Consigli è bravissimo prima sul greco Lázaros Christodoulópoulos e poi sullo spagnolo José Ángel Crespo, dalla parte opposta Bonaventura sciupa clamorosamente la chance del 3-0. Nel recupero del primo tempo, altro intervento del portiere degli orobici su Robert Acquafresca.

Nella ripresa i padroni di casa non riescono a trovare il gol che riaprirebbe la partita. L’occasione più nitida ce l’ha l’argentino Jonathan Cristaldo, in campo a inizio ripresa, ma non inquadra lo specchio della porta. L’Atalanta fa festa per l’ennesima vittoria e una classifica sempre più importante, il Bologna di Ballardini resta quartultimo con appena due punti in più del Livorno.