Chi è il Paderborn?

Primo in Bundesliga dopo aver segnato un gol da 83 metri nel weekend, il Paderborn ha una rosa costruita con scarti di altre squadre, tipi stravaganti, un ex senzatetto e un ex galeotto.

Il Paderborn festeggia contro l'Hannover
Il Paderborn festeggia contro l'Hannover ©Getty Images

L'SC Paderborn è la sorpresa della nuova stagione di Bundesliga. La neo-promossa è prima in classifica dopo il 2-0 all'Hannover 96 arrivato anche grazie a un gol da ben 83 metri.

Prima della sfida di martedì contro l'FC Bayern München, UEFA.com traccia il profilo di una squadra definita "la candidata No1 alla retrocessione", una rosa costruita da André Breitenreiter che comprende scarti di altre squadre, tipi stravaganti, un ex senzatetto e un ex galeotto.

Storia
Anche se i club da cui è nato il Paderborn erano stati fondati nei primi anni dello scorso secolo, l'attuale organizzazione è nata solo nel 1985 dalla fusione di società sempre rimaste nelle serie minori tedesce, unica eccezione il TuS Schloss Neuhaus, ultimo in classifica nella sua unica apparizione in seconda divisione nel 1982/83.

Il Paderborn ha trascorso 20 anni tra la terza e la quarta divisione, prima di raggiungere la 2. Bundesliga nel 2005. Retrocesso nel 2007/08, è subito stato promosso per poi sfiorare la Bundesliga nel 2011/12. La promozione è infine arrivata la scorsa stagione.

André Breitenreiter
André Breitenreiter©Getty Images

Coach
André Breitenreiter, con esperienze in Bundesliga e nelle nazionali giovanili della Germania, non aveva ottenuto grandi risultati fino all'arrivo al Paderborn nel 2013. In realtà aveva iniziato appena quattro anni prima allenando la squadra Under-9 di suo figlio prima di guidare alla salvezza il TSV Havelse in quarta divisione nel 2011. Dopo un quinto posto con la stessa squadra l'anno successivo, è passato al Paderborn portandolo in massima divisione al primo colpo.

"Sono qui soprattutto per la filosofia di questo club - ha detto il 40enne -. Lavorare con giocatori giovani, affamati e competitivi, migliorarli, renderli interessanti per noi e per altri club che li vogliono ingaggiare".

Breitenreiter sa cosa significa sorprendere in Bundesliga. Dal 1999 al 2002 era l'attaccante del SpVgg Unterhaching, la squadra di una città da 23.000 abitanti, probabilmente la maggiore sorpresa di sempre nella storia del campionato tedesco.

Giocatori chiave
Non sorprende il fatto che non ci siano vere stelle al Paderborn, il piccolo budget permette di ingaggiare solo giocatori non voluti da altri club o non ancora scoperti. Una lista di nomi che sembra quella di un tipico film di Hollywood.

Süleyman Koc
Süleyman Koc©Getty Images

 C'è Daniel Brückner, che era un senza tetto a 17 anni; Süleyman Koç, ex membro di una gang di Berlino in carcere fino al 2013; Moritz Stoppelkamp, ex Hannover, il club contro cui ha segnato il famoso gol da 83 metri nel weekend; e Mahir Saglik, che ha vinto la classifica cannonieri dell'ultima 2. Bundesliga dopo essere stato scartato da VfL Wolfsburg, VfL Bochum 1848 e FC St. Pauli.

"Anche a me piacerebbe ingaggiare giocatori famosi - ha detto Breitenreiter -. Ma il nostro budget non ce lo permette. Possiamo solo cercare giocatori che non ce l'hanno fatta altrove".

Stile di gioco
Il Paderborn ha un gioco votato all'attacco, è una squadra che segna e fa segnare. Ma soprattutto si basa sulle rapide ripartenze dopo aver riconquistato palla. Basterà per continuare a stupire?