Lo Stoccarda mette il 'Turbo-Werner'

Autore di una doppietta domenica contro il Friburgo, il 17enne Timo Werner è stato esaltato da tutta la stampa tedesca.

Lo Stoccarda mette il 'Turbo-Werner'
Lo Stoccarda mette il 'Turbo-Werner' ©Getty Images

Dopo l'ascesa di Max Meyer dell'FC Schalke 04 e di Maximilian Arnold del VfL Wolfsburg gli appassionati di Bundesliga si godono quella di Timo Werner del VfB Stuttgart, ultimo giovane talento in ordine di tempo a salire alla ribalta.

Lo scorso agosto, a 17 anni e 154 giorni, diventa il più giovane esordiente dello Stoccarda contro il Bayer 04 Leverkusen dopo aver ricevuto qualche giorno prima il premio Fritz Walter Award, quale migliore calciatore Under 17 del paese. Contro l'Eintracht Frankfurt, a settembre, la giovane ala segna il suo primo gol con lo Stoccarda. Con la doppietta di domenica nel derby vinto 3-1 contro l'SC Freiburg è diventato il più precoce a raggiungere la soglia dei tre gol in Bundesliga.

"Straordinario", avrebbe commentato il Ct della Germania Joachim Löw dalla sua postazione-stampa. Il giorno seguente, i giornali hanno esaltato il “fenomeno dello Stoccarda”, già ribattezzato "Turbo-Werner". Werner ha definito se stesso come un "ragazzo di Stoccarda dalla testa ai piedi”, mentre il suo ex tecnico delle giovanili nonché attuale allenatore in prima squadra Thomas Schneider ha sottolineato le sue incredibili qualità: “Ha doti speciali, in particolare per quanto riguarda la velocità”.

Sebbene sia stato Bruno Labbadia a farlo esordire in un turno preliminare di UEFA Europa League all'inizio di agosto, Werner ha spiccato il volo con l'arrivo in panchina di Schneider. Quasi sempre impiegato da unica punta, Werner è stato schierato per la prima volta in carriera come ala da Schneider. Con risultati sbalorditivi. Nella prima partita da titolare, l'1 settembre, ha giocato in modo eccellente offrendo due assist nel 6-2 al TSG 1899 Hoffenheim.

Dopo l'ultima prodezza realizzativa, lo Stoccarda ha optato per non mandare il ragazzo a rispondere alle domande della stampa, segnale chiaro che il club intende tutelare il giovane talento. Dopo il secondo gol, gli osservatori hanno notato anche che Werner è stato rimproverato dall'attaccante bosniaco dello Stoccarda Vedad Ibišević, secondo il quale Werner avrebbe dovuto passare la palla a un compagno meglio piazzato anziché assumersi il rischio di concludere il contropiede con una soluzione più complicata.

"E' un piacere vederlo giocare – ha dichiarato il direttore sportivo dello Stoccarda Fredi Bobic -. Ma dobbiamo dargli il tempo di crescere”. Werner ha fatto molta strada, ma il suo viaggio è ancora lungo.