UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Cesc si traveste da Messi: Barça forza 5

Il Barcellona travolge 5-0 il malcapitato Maiorca e resta in vetta con tredici punti di vantaggio sul Real, che va sotto ma vince 5-1 contro il Levante: al Camp Nou tripletta per l'ex capitano dell'Arsenal e doppietta per Sánchez.

Cesc si traveste da Messi: Barça forza 5
Cesc si traveste da Messi: Barça forza 5 ©AFP/Getty Images

Il FC Barcelona conquista l’undicesima vittoria consecutiva al Camp Nou e si conferma in vetta alla Liga con tredici punti di vantaggio sul Real Madrid CF. Negli anticipi della 30esima giornata, i Blaugrana travolgono 5-0 l’RCD Mallorca trascinati dalla tripletta di uno scatenato Cesc Fàbregas; segna cinque gol anche la squadra di José Mourinho, che rifila un 5-1 al malcapitato Levante UD.

Al Camp Nou la squadra di Tito Vilanova, che su questo stesso campo sfiderà martedì il Paris Saint-Germain FC nel ritorno dei quarti di finale di UEFA Champions League, gioca un primo tempo praticamente perfetto. Senza l’infortunato Lionel Messi, è Fàbregas a prendere per mano la squadra: l’ex capitano dell’Arsenal FC firma una tripletta, mentre gli altri due gol li realizza Alexis Sánchez, attaccante cileno ex Udinese Calcio. Nel finale applausi anche per il difensore francese Eric Abidal, che rileva Gerard Piqué.

Al Santiago Bernabéu il Levante passa sorprendentemente in vantaggio al 32’, grazie a un tiro non irresistibile di Míchel: la deviazione del portoghese Pepe, però, mette fuori causa Diego López, di nuovo preferito a Iker Casillas. E’ la molla che fa scattare la squadra di Mourinho, che in due minuti ribalta il risultato: al 36’ Gonzalo Higuaín, con una spettacolare girata volante sul cross di Xabi Alonso, non lascia scampo a Gustavo Munúa e firma il pareggio; al 38’ Kaká trasforma invece un calcio di rigore concesso per fallo di mano del difensore tedesco Christian Lell.

Nella ripresa entra anche Cristiano Ronaldo e il Real dilaga nel finale. All’84’ il fuoriclasse portoghese controlla bene sullo spunto di Higuaín e calcia al volo, realizzando il 3-1: per CR7 è il gol numero 29 nella Liga. Poi arriva la doppietta del tedesco Mesut Özil, a segno all’87’ e nel recupero, che mette il punto esclamativo sulla vittoria delle merengues.

Nella sfida per il quarto posto, la Real Sociedad de Fútbol stende 4-2 il Málaga CF e aumenta a quattro punti il suo vantaggio sulla squadra di Manuel Pellegrini. All’Anoeta, i baschi partono fortissimo e dopo mezzora sono già avanti di tre reti grazie ai centri del messicano Carlos Vela (21’), Alberto de la Bella (24’) e del francese Antoine Griezmann (32’). Il cileno Pedro Morales riporta in partita prima dell’intervallo i Boquerones, ma Carlos Martínez spegne sul nascere ogni speranza di rimonta, anche se il paraguaiano Roque Santa Cruz al 70’ rende meno pesante la sconfitta per il Malaga.

Il RC Deportivo La Coruña piega 3-2 il Real Zaragoza e conquista la seconda vittoria consecutiva, tornando a sperare nella permanenza nella Liga. Al Riazor il protagonista, in negativo, è Abraham Minero, che al 56’ regala con un’autorete ai galiziani tre preziosissimi punti nella sfida salvezza e a otto minuti dalla fine si fa espellere e lascia in dieci la squadra di Manolo Jiménez.