Il Man City vola al comando

La squadra guidata da Pellegrini passa 3-2 in casa dell'Everton e scavalca il Liverpool: decisiva la doppietta di di Edin Džeko. Il Manchester United cade in casa contro il Sunderland, retrocedono Fulham e Cardiff City.

Il Man City vola al comando
Il Man City vola al comando ©AFP/Getty Images

Trascinato da una doppietta di Edin Džeko, il Manchester City FC sbanca 3-2 il campo dell’Everton FC nella penultima giornata di Premier League e vola in testa alla classifica.

Al Goodison Park, nel posticipo delle 18.30CET, Ross Barkley porta in vantaggio i Toffees ma il “Kun” Sergio Agüero batte Tim Howard e firma il pareggio, prima che Džeko completi la rimonta sul cross di James Milner. Lo stesso attaccante bosniaco realizza la doppietta personale tre minuti dopo l’intervallo, l’Everton riesce a tornare in partita con un colpo di testa in tuffo di Romelu Lukaku ma la squadra di Manuel Pellegrini porta a casa una vittoria che significa primato.

Il Manchester City e il Liverpool hanno entrambi due punti di vantaggio sul Chelsea FC, ma gli Sky Blues hanno una differenza reti nettamente migliore delle rivali. Tutte e tre le squadre hanno due partite da giocare. La sconfitta dell’Everton regala matematicamente il quarto posto all’Arsenal FC.

Il Manchester United FC rischia seriamente di non giocare nemmeno in UEFA Europa League dopo la sconfitta in casa contro il Sunderland AFC e non approfittano del ko del Tottenham Hotspur FC, che cade sul campo di un West Ham United FC che festeggia la salvezza. Retrocedono invece il Fulham FC e il Cardiff City AFC, a cui sono fatali le sconfitte sul campo dello Stoke City FC e del Newcastle United FC.

Il Manchester United aveva la ghiotta opportunità di ridurre il distacco dal Tottenham a tre punti, con una partita da recuperare. Invece la squadra del player-manager Ryan Giggs rimedia la settima sconfitta stagionale a Old Trafford: è un gol alla mezzora di Sebastian Larsson, sul cross di Conor Wickham, a condannare i Red Devils e regalare di fatto la salvezza alla squadra di Gustavo Poyet. Il Sunderland non vinceva a Old Trafford dal 1968…

A Upton Park, l’anticipo dell’ora di pranzo finisce 2-0 per il West Ham di Sam Allardyce, che era reduce da quattro sconfitte consecutive. Il Tottenham resta in dieci per l’espulsione del difensore francese Younes Kaboul, autore di un brutto fallo su Stewart Downing, e gli Hammers approfittano della superiorità numerica per passare in vantaggio. Il colpo di testa di Andy Carroll, con la decisiva collaborazione di Harry Kane, si infila alle spalle di Hugo Lloris al 27’. Prima dell’intervallo, al 44’, Downing firma il raddoppio con un bel calcio di punizione.

Il Fulham di Felix Magath incassa una pesante sconfitta sul campo dello Stoke City e saluta il Massimo campionato inglese, dove giocava ininterrottamente dal 2001. Al Britannia Stadium il gol di Kieran Richardson salva solo parzialmente la faccia ai Cottagers, che cadono sotto i colpi di Peter Odemwingie,  Marko Arnautović, Oussama Assaidi e Jonathan Walters. Il Newcastle United FC supera con un netto 3-0 il Cardiff City AFC, mentre lo Swansea City FC perde 1-0 in casa contro il Southampton FC a segno al 90’ con Rickie Lambert. Vittoria anche per l’Aston Villa FC, che batte 3-1 l’Hull City AFC.