UEFA annuncia accordo sul cambiamento climatico per EURO 2020

L'organo di governo del calcio europeo pianterà 600.000 alberi nei 12 Paesi che ospiteranno il torneo e investerà in progetti per energie rinnovabili per compensare le emissioni di carbone legate ai viaggi di tifosi e staff UEFA.

©UEFA.com

Il Presidente UEFA Aleksander Čeferin ha annunciato un grande investimento per contrastare i problemi legati al cambiamento climatico intorno al periodo in cui si svolgerà UEFA EURO 2020.

La UEFA pianterà 50.000 alberi in ognuna delle 12 città ospitanti di EURO per festeggiare il 60esimo anniversario dei Campionati Europei e lasciare un'eredità dopo il torneo.

Inoltre la UEFA investirà in progetti di energia rinnovabile gold standard in partnership con South Pole per compensare le stimate 405.000 tonnellate di carbone prodotte dai viaggi di tifosi e staff UEFA per andare alle partite del torneo.

Annunciando il piano da Lubiana, Slovenia, Aleksander Čeferin ha detto: "UEFA EURO 2020 è una celebrazione del calcio europeo che si svolgerà attraverso il continente. La natura di questo torneo garantisce molti benefici. Oltre a portare le partite a diverse comunità di tutta Europa, non vi è necessità di costruire nuovi stadi o reti di trasporto, che comportano un enorme costo ambientale in cemento e altre risorse".

"Ma c’è anche un costo - con maggiori viaggi per tifosi per guardare la loro squadra. La UEFA prende molto seriamente la sua responsabilità per questo ed è giusto compensare le emissioni di anidride carbonica causate. Lavorare con South Pole aiuterà a costruire progetti per energia rinnovabile gold standard, che rappresenteranno un valore aggiunto duraturo per il pianeta.

"Inoltre volevamo festeggiare il 60esimo anniversario dei Campionati Europei e farlo lasciando un’eredità a livello ambientale è una scelta logica. Circa 600.000 alberi verranno piantati - 50.000 in ognuna delle 12 nazioni ospitanti. Credo che questo aiuterà tutte le comunità ad avere benefici dall'ospitare EURO 2020".

La UEFA è firmataria dell'Iniziativa Sports for Climate Action.

In alto