L'Irlanda del Nord e le dirigenti del futuro

In Irlanda del Nord, sette ragazze hanno partecipato al programma Female Football Leaders, che ha l'obiettivo di portare sempre più donne in posizioni dirigenziali nel calcio.

Le diplomate del programma Female Football Leaders
Le diplomate del programma Female Football Leaders ©IFA

La UEFA cerca di portare sempre più donne in posizioni dirigenziali nel calcio e sostiene le federazioni che conducono iniziative simili a livello nazionale.

In Irlanda del Nord, sette ragazze hanno partecipato al programma Female Football Leaders della Irish Football Association (IFA) e sono state premiate con una cerimonia a Stormont Parliament Buildings. Gemma Brown, Fionnuala Conlon, Lauren Crawford, Aimée McKeown, Shelby McReynolds, Bridgin Parker e Judith Reid, di età compresa tra 17 e 25 anni, erano state selezionate per il corso di formazione dopo il successo del programma pilota della IFA nel 2013.

"Nel calcio, le donne occupano una esigua minoranza a livello dirigenziale - ha commentato Niamh Shiells, direttore e tutor del corso -. Il programma Female Football Leaders vuole cambiare la situazione".

"Non è una questione di genere, ma un problema legato al calcio e al business. Le donne sono poco rappresentate nei ruoli esecutivi e dirigenziali, ma hanno qualità notevoli che potrebbero essere sviluppate a totale vantaggio del calcio. Questo programma vuole essere un trampolino di lancio affinché ciò sia possibile".

Le sette giovani sfrutteranno la loro preparazione per offrire grandi benefici al calcio. "La IFA si impegna affinché vengano coinvolte sempre più donne, soprattutto a livello decisionale - ha spiegato Sara Booth, responsabile calcio femminile nazionale della IFA -. Il programma Female Football Leaders ha un ruolo fondamentale in questo processo. Chiederemo a tutte le diplomate di mettere in pratica quello che hanno appreso e di essere pioniere in questo sport, poiché lavoreranno con i club di tutta l'Irlanda del Nord".

"Il corso è finanziato dal Programma di Sviluppo del Calcio Femminile (WFDP)della UEFA, alla quale siamo molto grati per il sostegno continuo in quest'area - ha aggiunto -. È un gruppo di ragazze di eccezionale talento, che siamo sicuri daranno un contributo importante e unico al calcio".

In alto