Seminario UEFA per la leadership femminile

Prenderà il via in settimana un nuovo innovativo programma, nel quale la UEFA giocherà un ruolo chiave per conivolgere sempre più donne nei ruoli chiave della gestione calcistica e del processo decisionale.

Passi fondamentali per la leadership femminile nel calcio sono stati fatti al Workshop KISS di Stoccolma
Passi fondamentali per la leadership femminile nel calcio sono stati fatti al Workshop KISS di Stoccolma ©Sportsfile

Prenderà il via in settimana un nuovo innovativo programma, nel quale la UEFA giocherà un ruolo chiave per conivolgere sempre più donne nei ruoli chiave della gestione calcistica e del processo decisionale.

I rappresentanti delle federazioni affiliate e alcuni ospiti d'onore saranno alla Casa del Calcio di Nyon per partecipare al primo seminario del programma UEFA Women in Football Leadership (WFLP). Uno degli invitati è il Commissario Europeo per lo sport, Androulla Vassiliou, che terrà un discorso.

Il WFLP viene lanciato in seguito a una consultazione delle federazioni affiliate alla UEFA, e dopo un processo di consulazione i cui passi principali sono stati fatti all'ultimo Workshop KISS sullo Sviluppo per il Calcio Femminile a Stoccolma.

L'iniziativa si rivolge alle donne che lavorano nel calcio, e non necessariamente nel settore del calcio femminile. Il programma cercherà di individuare persone che hanno il potenziale per diventare leader, con il progetto che le aiuterà a sviluppare le caratteristiche appropriate. Inoltre, le donne che si trovano già in posizioni di leadership, avrano un sostegno ulteriore nei loro ruoli. 

Sempre più donne occupano posti di leadership in questo sport. Per esempio, Karen Espelund (Norvegia) è ora membro del Comitato Esecutivo UEFA oltre a mantenere la carica di presidente della Commissione UEFA Calcio Femminile. In ogni caso, i numeri dimostrano che sono ancora troppo poche le donne che occupano ruoli chiave nelle federazioni. Lo scopo del WFLP è quello di accelerare un processo di sviluppo all'interno delle federazioni affiliate.

"L'eguaglianza e l'integrazione sono entrambe essenziali per lo sviluppo del calcio", ha detto Espelund. "Il calcio è cresciuto molto negli ultimi anni, ma c'è ancora una evidente mancanza di donne nelle posizioni di alto livello. Deve essere fatto ancora molto per cambiare la prospettiva e aumentare le possibilità. Il programma UEFA per la leadership femminile ha adottato un approccio innovativo selezionando e facendo crescere potenziali leader donne delle 54 federazioni affiliate e aiutandelo e scalare i vertici".

Gli argomenti del seminario includono lo sviluppo delle qualità personali e professionali necessarie per le posizione di management, come le doti di leadership, la consapevolezza e l'abilità dell'auto-analisi, la capacità di lavorare in team e di stabilire relazioni, lo sviluppo di doti di guida e di squadra, e lo sviluppo della capacità di influenzare, consigliare e lasciare un segno nei ruoli di alto livello.

Leader maschili e femminili che possono offrire ispirazione in campo e fuori, come il segretario generale della federcalcio francese (FFF) Brigitte Henriques e la direttrice delle operazioni UEFA Martin Kallen, faranno da mentori, dando consigli costanti e condividendo esperienze con i partecipanti lungo il loro percorso di crescita.

La UEFA trarrà vantaggio dall'organizzazione dei workshop per lo scambio di informazioni e dei programmi di sviluppo personale per lo staff della associazione, che includono il Certificate in Football Management (CFM), il Diploma in Football Management (DFM) e l'Executive Master in European Sport Governance (MESGO).

"La UEFA, attraverso il suo nuovo programma di leadership femminile, si sta concentrando sull'aumentare il numero di donne che occupano posizioni di potere nel calcio", ha detto il direttore delle federazioni nazionali UEFA Theodore Theodoridis. "Questo è un importante programma di sviluppo a lungo termine, e si concentrerà sulle qualità femminili nelle 54 federazioni affiliate, per assicurarsi che vengano riconosciute le doti di leadership, e che vengano sostenute e implementare nella famiglia calcistica europea".

In alto