Lo Schema per Gruppi di Studio ospita l'Asia

La UEFA ha invitato i tecnici della Confederazione Asiatica al centro tecnico di St George's Park per un seminario sul calcio di base nell'ambito dello Schema per Gruppi di Studio.

I partecipanti al seminario di St George's Park
I partecipanti al seminario di St George's Park ©UEFA

Un elemento fondamentale della missione della UEFA è mantenere buoni rapporti e collaborare con le confederazioni degli altri continenti, oltre a promuovere e far crescere il calcio in Europa. Queste obiettivi sono stati ribaditi da una serie di memorandum d'intesa con le federazioni di tutto il mondo.

A dicembre 2012, la UEFA ha siglato un memorandum con la Confederazione Asiatica (AFC) per promuovere lo scambio di informazioni e competenze in diverse aree. Ora, la UEFA ha utilizzato lo Schema per Gruppi di Studio (SGS) e ha invitato in Europa i tecnici della AFC per una simile condivisione.

Lo Schema per Gruppi di Studio, iniziativa del Presidente della UEFA Michel Platini, coinvolge tutte le 54 federazioni UEFA e prevede visite reciproche tra federazioni, con il sostegno finanziario della UEFA, per condividere conoscenze, esperienze e prassi ottimali in quattro aree: formazione allenatori, calcio giovanile, calcio femminile e calcio di base.

La UEFA dimostra il suo impegno a condividere e imparare dalla comunità tecnica di altre confederazioni. Uno degli ultimi seminari SGS della stagione è stato organizzato al centro tecnico della Federcalcio inglese (FA) di St George's Park, nei pressi di Burton-on-Trent. La FA ha ospitato una seminario sul calcio di base con le federazioni di Finlandia e Danimarca e, per la prima volta, con 10 delegati asiatici (su un'idea Progetto di Sviluppo Calcio Asiatico, AFDP). I delegati AFC e AFDP hanno lasciato St George's Park con informazioni e consigli da portare nei rispettivi paesi e hanno espresso la loro gratitudine e soddisfazione.

"Tutti pensano che sia stato molto utile partecipare al seminario per condividere informazioni, contatti e programmi nel calcio di base - ha commentato il capo delegato della AFC Masahiro Sugiyama -. Inoltre, sono lieti di aver rappresentato l'Asia e di aver interagito con le federazioni europee. Questa opportunità motiva ancora di più tutti noi a lavorare per la crescita del calcio di base nei nostri paesi".

"Il seminario non ha solo promosso uno scambio tra l'Asia e l'Europa - ha aggiunto Urs Zanitti, CEO ADFP -. È stato anche interessante osservare il dialogo tra le varie delegazioni dell'Asia. Per esempio, ci si è chiesti se il calcio di base sia molto di più che semplici programmi per bambini dai 6 ai 12 anni. Il concetto di calcio di base in Giappone, per esempio, è molto simile a quello promosso dalla UEFA".

"L'opportunità di partecipare a eventi del genere ci è utile per capire le prassi ottimali in Europa. Vogliamo capire come adattare queste prassi ai nostri programmi e alla situazione India. Condividere le informazioni e le esperienze delle federazioni in Europa sarà utile non solo per l'India, ma anche per le altre federazioni asiatiche".
Suvrat Thatte, Anjana Turambekar (India)

"Le informazioni di Danimarca, Finlandia e Inghilterra sullo sviluppo del calcio di base sono assolutamente preziose per la nostra federazione, che potrà implementarle per la futura crescita del calcio".
Zeng Dan, Wang Xinluo (Cina)

"Condividere informazioni è molto importante per sviluppare i nostri programmi. In secondo luogo, i nuovi contatti saranno di grande aiuto per creare più opportunità di sviluppo del calcio in Vietnam".
Dien Bien Luu Quang, Thao Ngo Thi Xuan (Vietnam)

"Il seminario ci ha dato l'opportunità di imparare il vero significato di 'calcio per tutti'. Le presentazioni ci hanno insegnato che è importante dare a tutti, dagli adulti e bambini, opportunità di apprezzare il calcio per vivere meglio. Il calcio può fare felici le persone e questo è uno dei punti principali che abbiamo imparato".
Junko Imai, Kazuaki Hashikawa (Giappone)

In alto