La Svezia ha ospitato il CFM UEFA

La federcalcio svedese ha organizzato un seminario all'interno del programma UEFA Certificate in Football Management, che oggi conta circa 350 diplomati.

I diplomati dell'edizione svedese del CFM UEFA nella foto col presidente SvFF, Karl-Erik Nilsson (prima fila al centro)
I diplomati dell'edizione svedese del CFM UEFA nella foto col presidente SvFF, Karl-Erik Nilsson (prima fila al centro) ©SvFF

Attraverso una serie di programmi e iniziative, le 54 federazioni affiliate alla UEFA condividono conoscenze ed esperienze tra di loro per il bene del calcio europeo.

Questo spirito di collaborazione è uno dei valori chiave alla base del programma UEFA 'Certificate in Football Management' (CFM), che si sta espandendo a livello mondiale attraverso una serie di edizioni nazionali organizzate da sempre più federazioni.

Le federazioni del nord Europa sono state le ultime ad aver unito le forze per dare al CFM UEFA un respiro europeo. La federcalcio svedese (SvFF) ha ospitato una versione nazionale del programma – progettata per aiutare chi gestisce il calcio ad apprendere abilità importanti non solo per la loro carriera, ma anche per aiutare le loro organizzazioni a trarre benefici concreti dalle nozioni imparate nel corso dei nove mesi di studi.

La federcalcio svedese ha accolto sei ospiti provenienti dalle federazioni danese, faroese, finlandese e norvegese. I sei si sono uniti ai 18 colleghi provenienti dalla SvFF, ai rappresentanti di cinque club svedesi, alle associazioni regionali svedesi, ai sindacati dei calciatori e del calcio d'elite. Tutti e 24 i partecipanti si sono diplomati col massimo dei voti.

"È un momento storico per il calcio svedese perché in questa maniera stiamo dando al nostro personale un'eccellente possibilità di crescita", ha spiegato il presidente SvFF, Karl-Erik Nilsson, alla cerimonia dei diplomi tenutasi alla Royal Coin Cabinet (Myntkabinettet) di Stoccolma. "Uno dei nostri obiettivi è anche di essere parte attiva all'interno della famiglia del calcio. [Il CFM UEFA] in questo senso contribuisce a creare e rafforzare i rapporti con le nazioni vicine, in particolare per quel che riguarda i rapporti tra il personale".

Il programma CFM della UEFA comprende studi in organizzazione del calcio, strategia e gestione strategica, gestione operativa, marketing e sponsorizzazioni, comunicazione, stampa e relazioni pubbliche, nonché organizzazione di eventi. Il corso di studi svizzero in Amministrazione Pubblica (IDHEAP) dell'università di Losanna si occupa di assegnare i certificati, mentre il corso è preparato e condotto da rinomati docenti universitari provenienti dalle università di Francia, Italia, Spagna, Svizzera e Gran Bretagna.

"Penso sia stato il momento giusto per l'edizione svedese", ha detto Matthias Johnsson, uno dei partecipanti proveniente dalla SvFF. "Vi è un eccellente equilibrio di informazioni e analisi, e tutto ciò ci ha dato la possibilità di imparare ciò che volevamo dal programma".

I diplomati CFM UEFA di tutta Europa adesso sono circa 350. "Il programma è un punto di riferimento per tutti i professionisti che lavorano nel mondo del calcio", ha spiegato il direttore Istruzione e Università della UEFA, Thomas Junod, ai diplomati. "Adesso tocca a voi diffondere e condividere all'interno delle vostre federazioni le conoscenze acquisite. Questo è un punto fondamentale per contribuire al successo del calcio".

In alto