Kopa onorato per il Premio del Presidente UEFA

Il campione francese degli anni '50 e '60 ha ricevuto il prestigioso premio dalle mani del presidente della UEFA Michel Platini nel corso di una cerimonia allo Stade de Reims.

©AFP

Raymond Kopa, nome tra i più illustri del calcio francese, ha ricevuto oggi, a Reims (Francia), il Premio del Presidente UEFA, edizione 2010.

Dopo aver incantato il pubblico con il suo talento e portato al successo lo Stade de Reims e il Real Madrid CF nel corso di una brillante carriera negli anni ’50 e ’60, Kopa ha ricevuto il premio dalle mani del presidente della UEFA Michel Platini prima della partita di Ligue 2 francese Stade de Reims-Le Havre AC, allo stadio Auguste Delaune.

Kopa è l’ultimo campione in ordine di tempo a ricevere il riconoscimento Premio del Presidente UEFA, che rende omaggio a imprese straordinarie, eccellenza professionale e qualità personali esemplari.

Kopa, oggi 79enne, ha conquistato con il Real Madrid tre Coppe dei Campioni consecutive, dal 1957 al 1959, e ha condotto il Reims alla sua prima e unica finale del torneo nel 1956. Inoltre, ha collezionato 45 presenze con la Francia, realizzando 18 gol, e conquistato un terzo posto al Mondiale FIFA del 1958, quando è stato eletto miglior giocatore del torneo.

Kopa è la quarta leggenda del calcio a ricevere il Premio del Presidente UEFA da Michel Platini, dopo il suo ex compagno di squadra al Real Madrid Alfredo di Stéfano (2007), il fuoriclasse inglese Sir Bobby Charlton (2008) e il campionissimo portoghese Eusébio (2009).

Dichiarando il proprio orgoglio per un riconoscimento di questa portata, Kopa ha spiegato di essere felice di seguire le orme di tre illustri campioni. "Provo immensa ammirazione e profondo rispetto per chi ha ricevuto questo premio prima di me. Il mio grande amico Alfredo di Stéfano, con il quale ho condiviso così tanti momenti di gloria; Bobby Charlton, sinonimo di classe in campo e degno Sir; e il fenomenale Eusébio, il cui talento ha incantato tutti per molti anni", ha dichiarato.

"Raymond Kopa aveva un dribbling ubriacante – ha dichiarato Michel Platini, elogiando il suo connazionale -. Chi lo ha visto giocare parla di un fenomeno dalle movenze quasi coreografiche, a cui univa un incredibile controllo di palla”.

"La sua era una presenza che spiccava anche sugli schermi in bianco-e-nero dei nostri apparecchi televisivi di legno laccato – ha aggiunto il presidente della UEFA -. Ha destato grandi passioni, risvegliando una società ancora timida e bisognosa di modernità. L’eredità sportiva di Raymond Kopa è immensa e ha posto le fondamenta del calcio francese. Ha preceduto i Platini e gli Zidane: ha spianato la strada per i successi del 1984 [Francia campione d’Europa] e del 1998 [campione del mondo]".

A Reims, Kopa ha potuto contare sulla presenza di familiari e amici, tra cui quella di Just Fontaine, suo compagno di squadra nel 1958 e detentore del record di 13 gol nella fase finale di un Mondiale. "Sono felice di poter rendere omaggio alla carriera di Raymond insieme ai suoi partenti e amici più stretti”, ha dichiarato Fontaine.

Il rappresentante del Real Madrid e uno dei successori di Raymond Kopa come giocatore simbolo del club, Emilio Butragueño, si è detto onorato di partecipare alla cerimonia a Reims. "E' un onore essere qui con Michel Platini per celebrare il premio di Raymond Kopa", ha detto, ricordando che Kopa era uno degli idoli del padre quando giocava per la Spagna. "Raymond Kopa è sinonimo di uno dei momenti migliori della storia del Real Madrid".

In alto