Orgoglio kazako al Congresso UEFA

Il Kazakistan non ha nascosto il proprio orgoglio per essere stato scelto per il XXXVIII Congresso Ordinario UEFA di Astana. Il primo ministro Serik Akhmetov ha espresso gratitudine per la fiducia riposta nel suo paese.

Il primo ministro kazako Serik Akhmetov mostra il pallone donatogli dal Presidente UEFA Michel Platini
Il primo ministro kazako Serik Akhmetov mostra il pallone donatogli dal Presidente UEFA Michel Platini ©Getty Images

Il Kazakistan non ha nascosto il proprio orgoglio e la propria gioia per aver accolto la famiglia del calcio europeo e i suoi ospiti in occasione del XXXVIII Congresso Ordinario UEFA di Astana.

Il primo ministro kazako Serik Akhmetov, intervenuto al Palazzo dell'Indipendenza, ha sottolineato la necessità di proseguire nel processo di sviluppo calcistico in Kazakistan e ha espresso stupore per i progressi compiuti dal suo paese dopo l'adesione alla UEFA datata 2002.

"La decisione [di organizzare il Congresso UEFA in Kazakistan] è stata presa in un breve arco temporale dopo la nostra adesione alla UEFA e siamo grati per la fiducia che è stat riposta in noi - ha dichiarato il Signor Akhmetov -. Non c'è dubbio sul fatto che il calcio sia lo sport numero uno in Kazakistan e questo dato va preso molto sul serio. Le decisioni prese in occasione del Congresso di Astana ricopriranno un ruolo cruciale per il nostro sviluppo calcistico".

La crescita del calcio kazako è esemplificata dai risultati ottenuti dall'FC Shakhter Karagandy, prima squadra del paese ad approdare alla fase a gironi di una competizione UEFA per club, e dall'FC Kairat Almaty, vincitore della UEFA Futsal Cup 2012/13. Il Signor Akhmetov ha inoltre spiegato che le infrastrutture sono migliorate a ogni livello.

"In tutte le scuole, i bambini hanno la possibilità di praticare il calcio e gli standard raggiunti si riflettono anche nella considerazione di cui gode il calcio giovanile, come dimostra la competizione dedicatya che organizziamo ogni anno. Il nostro auspicio è quello di costruire una solida base per il calcio kazako partendo da qui e sono convinto che il numero di praticanti sia destinato a crescere".

Il Presidente della Federcalcio kazaka (KFF) Adilbek Jaxybekov ha accolto i delegati ad Astana e ha ringraziato la UEFA per la collaborazione continua. "Questo Congresso in Kazakistan è un simbolo di democrazia e una pietra miliare per noi. E' interessante notare come i risultati ottenuti dal Kazakistan a livello internazionale abbiano contribuito a creare questa atmosfera festosa e voglio sottolineare come questi risultati siano frutto dei numerosi seminari organizzati con gli esperti forniti dalla UEFA e del supporto finanziario e strutturale della UEFA stessa".

Il Presidente della FIFA, l'organo di governo mondiale del calcio, Joseph S Blatter, si è congratulato con la UEFA in occasione del suo 60esimo anniversario. "Siamo qui per festeggiare una storia di successo nel mondo del calcio. Il mondo del calcio ringrazia la UEFA, il Presidente UEFA Michel Platini, il Segretario Generale UEFA, il Comitato Esecutivo UEFA – che vanta anche una donna tra i suoi membri – e le federazioni nazionali affiliate per questi 60 anni di successi continui".

In alto