Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Ecco come UEFA Women's EURO 2021 contribuirà allo sviluppo del calcio femminile

Mancano 500 giorni UEFA Women's EURO 2021 in Inghilterra, ecco come si adatta alla strategia della UEFA per rafforzare il gioco femminile.

©FA

UEFA Women's EURO 2021 inizia esattamente tra 500 giorni in Inghilterra, con un record di 700.000 biglietti disponibili in tutto il paese ospitante.

Ci sarà anche una vasta copertura di ogni gara in televisione, radio e online in chiaro - assicurando che chiunque possa sintonizzarsi sul torneo - mentre altre 15 nazioni si uniscono all'Inghilterra per competere per il trofeo. Con la finale del 1° agosto 2021 che si svolgerà allo stadio di Wembley, l'arena nazionale inglese ospiterà le finali consecutive di UEFA EURO maschile e femminile, nel 2020 e nel 2021 rispettivzmente.

In che modo la UEFA Women's EURO 2021 si baserà sulla popolarità del gioco femminile? Ve lo spieghiamo.

La fase finale inizia a Old Trafford
La fase finale inizia a Old Trafford©FA

Come UEFA Women's EURO 2021 si adatta all'approccio generale della UEFA per rafforzare il gioco femminile?

Nel 2019, la UEFA ha lanciato la sua prima strategia dedicata al calcio femminile, stabilendo un chiaro piano quinquennale per sviluppare il calcio femminile e aumentare la partecipazione in tutta Europa. Uno degli obiettivi chiave della strategia è raddoppiare la portata e il valore delle competizioni UEFA Women's EURO e UEFA Women's Champions League.

La decisione della UEFA di massimizzare l'esposizione di Women's EURO 2021 attraverso la copertura mediatica in chiaro è una delle diverse tattiche progettate per raggiungere questo obiettivo generale. Un altro è il nuovo formato per la UEFA Women's Champions League, che la UEFA ha annunciato alla fine del 2019. A partire dalla stagione 2021/22, la competizione sarà caratterizzata da una fase a gironi di 16 squadre, nonché da un marketing centralizzato e una copertura televisiva.

La modifica porterà ad un aumento del 20% del numero di partite della UEFA Women's Champions League. Il passaggio a un formato di gruppo (la competizione è attualmente un knockout dal round di 32 in poi) incoraggerà anche i giochi più competitivi e una maggiore visibilità per il calcio femminile delle élite.

Cosa sta facendo la UEFA al di fuori dei suoi tornei d'élite per rafforzare il calcio femminile a livello di base?

La campagna Together #WePlayStrong è stato lanciata nel 2017 per guidare un'altra componente chiave della nostra strategia per il calcio femminile: raddoppiare la partecipazione femminile in Europa a 2,5 milioni di giocatori e, in tal modo, trasformare sia gli standard che le percezioni del calcio femminile. La campagna ha attratto con successo le ragazze adolescenti nel calcio mettendo in evidenza i benefici fisici, personali e sociali della pratica di questo sport e dell'appartenenza a una squadra.

La nuova partnership con Disney lavorerà su questo approccio tramite Playmakers – un rivoluzionario programma di calcio che utilizza le abilità di narrazione di fama mondiale della Disney per incoraggiare un maggior numero di ragazze a esercitarsi regolarmente e, si spera, dare il via a un amore per la vita nel calcio.

How can storytelling attract more girls to play football?

©Getty Images

Playmakers si basa sulla ricerca accademica finanziata dalla UEFA che dimostra il ruolo positivo dello storytelling nell'aiutare i bambini a praticare sport. A differenza dei programmi di calcio tradizionali, ciascuna delle dieci sessioni di allenamento iniziali dei Playmaker segue la narrativa del successo mondiale di Incredibili 2 al botteghino di Disney e Pixar da miliardi di dollari. Dotati di palloni da calcio, bavaglini e coni, allenatori allenati incoraggiano i partecipanti a recitare i ruoli di personaggi popolari, come Elastigirl, Violet, Mr Incredible e Dash, dando vita alle scene d'azione del film attraverso il movimento, il lavoro di squadra e la loro immaginazione.

Concentrandosi sulle ragazze dai 5 agli 8 anni che attualmente non giocano a calcio, sette federazioni nazionali UEFA - Austria, Belgio, Norvegia, Polonia, Romania, Scozia e Serbia - utilizzeranno Playmakers attraverso scuole, club e comunità locali. Altre associazioni dovrebbero introdurre il programma entro la fine dell'anno. Attualmente, solo il 16% delle ragazze soddisfa gli standard minimi dell'Organizzazione mondiale della sanità per l'attività fisica (report OMS). Speriamo che Playmakers possa migliorare la situazione.

In che modo la UEFA incoraggerà i suoi 55 membri dell'associazione nazionale a sostenere la sua strategia investendo maggiormente nel calcio femminile?

La UEFA ha aumentato del 50% il livello di finanziamento per lo sviluppo del calcio femminile. A partire dal 2020, ciascuna delle sue 55 federazioni associate riceverà un incentivo annuo di € 150.000 destinato al calcio femminile.

In alto