Aleksander Čeferin rieletto presidente UEFA fino al 2023

Al Congresso Ordinario UEFA tenutosi oggi a Roma, Aleksander Čeferin è stato rieletto presidente UEFA all'unanimità per il periodo 2019-23.

©UEFA.com

008 - Presentata la strategia UEFA “Together for the Future of Football” per il 2019-24

Al Congresso Ordinario UEFA tenutosi oggi a Roma, Aleksander Čeferin è stato rieletto presidente UEFA all'unanimità per il periodo 2019-23.

Nel suo discorso, il presidente UEFA ha dichiarato:

"Nel prossimo mandato, lavoreremo insieme per fare in modo che il calcio europeo rimanga unito, rispettoso, rispettabile e rispettato, ma anche che continui a dare solidarietà e speranza".

"Mettendo il rispetto, la speranza e la solidarietà al centro della nostra strategia, aumenteremo il nostro impegno a far crescere il calcio in ogni paese, ridando enfasi al calcio di base e alla formazione".

Al congresso UEFA è stata presentata la strategia “Together for the Future of Football” (Insieme per il futuro del calcio), programmata per il periodo 2019-24 e concepita in collaborazione con federazioni nazionali, leghe, club e organi di rappresentanza dei giocatori. La strategia è sviluppata per far sì che la UEFA rimanga fedele ai suoi valori in qualità di organo di governo del calcio europeo e possa stimolare iniziative e programmi positivi da implementare nei prossimi cinque anni.

La strategia si basa su quattro pilastri principali: mantenere il calcio al primo posto, conquistare la fiducia, garantire la competitività e aumentare la prosperità.

Il presidente UEFA ha anche spiegato che la UEFA lancerà la sua piattaforma OTT nei prossimi sei mesi.

Per quanto riguarda le altre elezioni, Florence Hardouin (Francia) è stata rieletta all'unanimità membro femminile del Comitato Esecutivo UEFA.

Inoltre, si sono tenute le elezioni per sette seggi nel Comitato Esecutivo UEFA per il periodo 2019-23. I seguenti membri sono stati eletti o rieletti per quattro anni:

Prima votazione (maggioranza assoluta, più di metà dei voti validi)

• Sándor Csányi (Ungheria) 49

• Luis Rubiales (Spagna)47 (nuovo)

• Davor Šuker (Croazia) 47

• Fernando Gomes (Portogallo) 45

• Jesper Møller Christensen (Danimarca) 40 (nuovo)

• Armand Duka (Albania) 36 (nuovo)

• Andrii Pavelko (Ucraina) 27 (nuovo)

--------------------------------------------

• Borislav Mihaylov (Bulgaria) 25

• Elvedin Begić (Bosnia ed Erzegovina) 15

Kairat Boranbayev (Kazakistan) ha ritirato la candidatura prima delle elezioni.

Al suo meeting costitutivo post-Congresso, il Comitato Esecutivo UEFA ha eletto Sándor Csányi (Ungheria) come vicepresidente UEFA al posto di Grigoriy Surkis. Sándor Csányi è stato anche rieletto dal Congresso per acclamazione come vicepresidente FIFA per il periodo 2019-23.

Si è votato anche per la posizione di vicepresidente FIFA riservata alle quattro federazioni britanniche (Inghilterra, Scozia, Irlanda del Nord e Galles) per il periodo 2019-23, con i seguenti risultati:

• Clarke Greg (Inghilterra) 37

---------------------------------------------

• Martin David (Irlanda del Nord) 18

Un membro europeo del Consiglio FIFA è stato rieletto all'unanimità per il periodo 2019-23:

• Reinhard Grindel (Germania)

Due membri europei del Consiglio FIFA sono stati eletti all'unanimità per il periodo 2019-21:

• Fernando Gomes (Portogallo)

• Georgios Koumas (Cipro)

Il Congresso UEFA ha anche preso le seguenti decisioni:

• Nasser Al-Khelaifi è stato ratificato rappresentante della European Club Association (ECA) nel Comitato Esecutivo UEFA;

• È stata concessa la carica di membro onorario a Grigoriy Surkis, che si ritira dal Comitato Esecutivo UEFA;

• Sono stati approvati la relazione annuale 2017/18, le relazioni finanziarie 2017/18 e il budget 2019/20;

• Petra Stanonik Bošnjak, Thomas Cayol, Polly Handford e Antonio García Alcaraz sono stati ratificati nuovi membri degli organi di amministrazione giduziari.

Il prossimo Congresso Ordinario UEFA si terrà il 3 marzo 2020 ad Amsterdam (Paesi Bassi).

Meeting del Comitato Esecutivo UEFA del 6 febbraio

Il Comitato Esecutivo UEFA si è riunito a Roma anche il 6 febbraio e ha deciso di aumentare il numero di partecipanti alla fase finale del Campionato Europeo Under 21 UEFA 2019-21, che si svolgerà in Ungheria e Slovenia a giugno 2021. Il numero delle squadre passa da 12 a 16.

Il cambio di formato consentirà a più partecipanti di qualificarsi per la fase finale di questo importante torneo e sarà un'esperienza preziosa per i giocatori e le squadre più promettenti.

Il Comitato Esecutivo UEFA ha anche approvato i regolamenti della UEFA Champions League, UEFA Europa League, UEFA Women’s Champions League, UEFA Futsal Champions League, UEFA Youth League per il 2019-20 e della Supercoppa UEFA 2019.

In alto