Una partita per l'uguaglianza di genere

La squadra azera femminile Under 19 ha partecipato a una speciale partita amichevole #playforequality, organizzata da ONU, AFFA e da organi diplomatici locali.

©AFFA

Di recente si è svolta una speciale amichevole tra rappresentanti delle missioni diplomatiche straniere e la squadra femminile azera Under 19, a sostegno dell'uguaglianza di genere nella nazione. Entrambe le formazioni hanno indossato un completino che promuoveva gli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, con stampato l'hashtag #playforequality.

L'evento è stato organizzato congiuntamente da ONU, Federcalcio dell'Azerbaijan (AFFA), responsabili dell'associazione dei missionari dell'Azerbaijan e dall'ambasciata del Messico, il tutto col sostegno del Ministero locale dello Sport e della Gioventù.

"Lo sport ha la grande capacità di rendere più forti le donne, fornendo loro strumenti e opportunità spendibili nella vita di tutti i giorni", ha spiegato Ghulam Isaczai, coordinatore delle Nazioni Unite in Azerbaijan, nel suo discorso di benvenuto.

"L'ONU continuerà a lavorare con le autorità azere e con la società per rafforzare sempre di più la posizione delle donne". In effetti poter praticare sport è un diritto fondamentale per tutti, come riportato dall'Articolo 1 della Carta internazionale dell'Educazione Fisica, dell'Attività Fisica e dello Sport dell'UNESCO.

Le giovani calciatrici che hanno partecipato alla partita hanno svolto un ottimo lavoro nella promozione dell'uguaglianza di genere, agendo come modelli di riferimento e mostrando tutta la loro tecnica.

Questo articolo è stato pubblicato originariamente su UEFA Direct 178

In alto