Organizzare le finali UEFA per club a tempo di record: Portogallo

In media ogni anno, la UEFA e una nazione ospitante richiedono 12 mesi per organizzare una finale di un torneo. Nel 2020 sono invece bastati un paio di mesi per organizzare tre mini tornei finali: Champions League (Portogallo), Europa League (Germania) e Women’s Champions League (Spagna). In una serie di articoli ci facciamo spiegare dalle nazioni ospitanti come hanno fatto a organizzare tutto.

Estadio do Sport Lisboa e Benfica
Estadio do Sport Lisboa e Benfica UEFA via Getty Images

Quattro mesi dopo la comunicazione della UEFA sulla sospensione delle competizioni 2019/20 per la pandemia di COVID-19, sono ripartite le competizioni elite per club con la formula dei tornei a eliminazione diretta. Queste speciali fasi finali sono state ospitate dalle federazioni del Portogallo (Champions League), Germania (Europa League) e Spagna (Women's Champions League).

Quando sono stati presentati i tornei a giugno, il presidente UEFA, Aleksander Čeferin, ha espresso tutta la sua gratitudine alla federazioni nazionali coinvolte per la loro collaborazione.

"Voglio ringraziare in modo particolare tutte le federazioni che sono state coinvolte nella scelta delle sedi. Quando ho parlato con loro, tutti hanno accettato immediatamente questo cambiamento per adattarsi alla situazione e hanno dato prova di grande solidarietà. Questo è fondamentale in ottica futura per il nostro lavoro", ha spiegato.

La creazione, l'organizzazione e la realizzazione in appena tre mesi di questi nuovi format, ha richiesto livelli di collaborazione e coordinamento senza precedenti tra UEFA, federazioni nazionali, club e altri stakeholder.

"L'intera comunità calcistica ha lavorato fianco a fianco per arrivare alla ripresa del calcio. Voglio per questo ringraziare tutti coloro che, dal mondo del calcio ai governi, ci hanno aiutato ad arrivare alla situazione in cui ci troviamo oggi".

I giocatori della UEFA Champions League dicono "Grazie"
I giocatori della UEFA Champions League dicono "Grazie"

Focus sulla nazione che ospita la UEFA Champions League: la Federcalcio portoghese

La collaborazione tra la Federcalcio Portoghese (FPF) e la UEFA è stata fondamentale per la ripresa della Champions League di questa stagione.

"Il rapporto tra tutti i settori della UEFA e la FPF deve essere trasparente, basato sulla fiducia, sulla comunicazione e su una visione condivisa", ha detto Daniel Ribeiro, direttore della FPF. "Poiché il lusso del tempo non esiste, una pianificazione rapida e delle decisioni chiare devono essere prese in collaborazione, con l'obiettivo di realizzare un evento che sembra essere stato pianificato da anni".

"Una volta che la polvere si sarà posata, saremo in grado di farci un'idea di ciò che abbiamo realizzato. Un dato impressionante è il tempo impiegato per pianificare e realizzare un evento di così alto profilo. Da giugno ad agosto, ovvero in meno di tre mesi, siamo riusciti a pianificare tutto dall'inizio alla fine".

Dove si giocheranno le partite di UCL a Lisbona?

- Estádio do Sport Lisboa e Benfica
- Estádio José Alvalade

Calendario UEFA Champions League 2019/20

Quarti di finale: 12-15 agosto
Semifinali: 18-19 agosto
Finale: 23 agosto

L'Estádio José Alvalade di Lisbona
L'Estádio José Alvalade di Lisbona©Getty Images

Puoi consultare qui il sorteggio completo della UEFA Champions League.

Cosa ha aiutato Lisbona a prepararsi così velocemente alle Finals di UCL?

Parlando ad un evento insieme al Presidente e al Primo Ministro portoghese, il Presidente della FPF Fernando Gomes ha detto: "La Champions League si giocherà in Portogallo perché qui abbiamo club che investono in infrastrutture eccellenti e le mantengono ad alto livello. Non solo i suoi stadi, ma anche i centri sportivi per gli allenamenti che saranno fondamentali in questo inedito [Final Eight]. Senza i club non saremmo qui".

"Lisbona ha davvero creato un caso di studio su come l'impegno e il fatto che tutti remino dalla stessa parte siano i pilastri fondamentali per raggiungere qualsiasi obiettivo", ha spiegato Ribeiro. "Tutto è iniziato con il governo che ha sostenuto l'evento coinvolgendo le massime istituzioni, comprese le autorità sanitarie e i due club di Lisbona - Sport Lisboa e Benfica e Sporting Clube Portugal - che hanno messo a disposizione i loro stadi e i loro campi di allenamento".

Quali saranno le principali sfide per la UEFA e l'FPF?

“Una delle sfide più grandi è stata quella di trovare hotel vicini ai centri sportivi per venire incontro alle esigenze delle squadre", ha aggiunto Ribeiro.

Hotel e spostamenti aerei hanno richiesto uno stretto coordinamento per garantire ambienti semplici, privati e sicuri per le squadre in viaggio. Lisbona beneficia di due stadi di livello mondiale, nove strutture di allenamento di alto livello e una miriade di hotel, scelti dai singoli club.

"Questo è un evento in cui le squadre sono al centro di tutto. Per questo motivo dal loro arrivo a Lisbona, tutte le squadre sono state messe nella migliore condizione possibile".

Highlights: i gol più belli di EURO 2004
Highlights: i gol più belli di EURO 2004

Tutti gli eventi UEFA giocati in Portogallo

1967 – finale Coppa dei Campioni UEFA
1992 – finale Coppa delle Coppe UEFA
2004 – Campionati Europei UEFA
2005 – finale Coppa UEFA
2006 – Campionati Europei UEFA Under 21
2014 – finale UEFA Champions League
2014 – finale UEFA Women’s Champions League
2019 – Finals UEFA Nations League

*Nella lista non sono state inserite le finali di Coppa UEFA giocate con la formula andata e ritorno nelle quali hanno partecipato le squadre portoghesi.