La UEFA Foundation for Children sostiene progetti in quattro paesi dell’Africa subsahariana

La UEFA Foundation for Children, in collaborazione con Inter Campus, sostiene progetti in Angola, Camerun, Repubblica Democratica del Congo e Uganda per offrire ai bambini un più facile accesso all’istruzione attraverso il calcio.

La UEFA Foundation for Children sostiene progetti in quattro paesi dell’Africa subsahariana
La UEFA Foundation for Children sostiene progetti in quattro paesi dell’Africa subsahariana @ContigoInterCampus

I bambini di quattro paesi dell’Africa subsahariana saranno i beneficiari della partnership tra la UEFA Foundation for Children e Inter Futura, società controllata dall’FC Internazionale Milano.

I progetti verrnno supportati in in Angola, Camerun, the Democratic Repubblica Democratica del Congo e Uganda
I progetti verrnno supportati in in Angola, Camerun, the Democratic Repubblica Democratica del Congo e Uganda@ContigoInterCampus

Inter Futura organizza Inter Campus, un progetto sociale che ogni anno aiuta migliaia di bambini bisognosi in tutto il mondo. Inter Campus e la UEFA Foundation for Children hanno già collaborato a progetti in Israele/Palestina e Venezuela. 

Il progetto Black ’n Blue di Inter Campus si svolge in Angola, Camerun, Repubblica Democratica del Congo e Uganda. Il suo obiettivo è offrire una migliore istruzione ai bambini utilizzando il calcio come catalizzatore. Per abbattere le barriere tra le comunità, i rappresentanti locali hanno l’opportunità di incontrarsi e condividere le loro esperienze.

Quattro paesi

I bambini della Repubblica Democratica del Congo stanno già usufruendo dell'iniziativa
I bambini della Repubblica Democratica del Congo stanno già usufruendo dell'iniziativa@ContigoInterCampus

Anche se ogni paese deve affrontare varie problematiche, sono state assegnate due priorità per ciascuno: 

  •  Angola: miglioramento delle condizioni sanitarie e prevenzione del crimine, utilizzando il calcio come strumento preventivo e di crescita per i bambini a rischio.
  • Camerun: aumento dell’integrazione tra le etnie, soprattutto nelle aree rurali, utilizzando il calcio come strumento di pace in un paese dove lo sport è quasi una religione.
  • Repubblica Democratica del Congo: coinvolgimento dei bambini di strada nelle aree rurali per offrire l’assistenza più tempestiva possibile.
  • Uganda: aumento della parità di genere per ridurre la povertà tra le donne, utilizzando il calcio come catalizzatore e coinvolgendo più bambini nelle scuole.

Sostegno all’istruzione con il calcio

La UEFA Foundation for Children collabora con Inter Campus per migliorare la vita quotidiana dei bambini socialmente svantaggiati.

I programmi di sostegno ai bambinbi puntono a supportare l'educazione attraverso il calcio
I programmi di sostegno ai bambinbi puntono a supportare l'educazione attraverso il calcio@ContigoInterCampus

I problemi variano dalle scarse condizioni sanitarie alla mancanza di cibo, che ha conseguenze sullo sviluppo fisico dei bambini. Lavorando sui campi e lontano dai campi con un’ampia rete di partner, Inter Campus spera di alleviare le difficoltà e creare un circolo vizioso che possa offrire benefici alle future generazioni.

Inter Campus vuole sostenere l’istruzione con il calcio e lo sport, oltre ad aumentare la parità di genere incoraggiando la partecipazione delle ragazze. Le attività si svolgono con 16 corsi di una settimana e alcune visite di controllo (quattro per paese). Sono inoltre previsti programmi specifici in base alla conoscenza dei partner locali e all’esperienza di Inter Campus.

L’obiettivo è coinvolgere 1500 bambini all’anno nei quattro paesi. Inoltre, una delegazione di allenatori locali verrà istruita per tramandare le competenze acquisite ai loro colleghi, offrendo benefici a migliaia di bambini negli anni a venire.

Javier Zanetti ha giocato con l'Inter peer quasi due decenni.
Javier Zanetti ha giocato con l'Inter peer quasi due decenni.©UEFA.com

“Sono contento che la fruttuosa partnership tra Inter Campus e la UEFA Foundation for Children prosegua per altri due anni”, ha dichiarato Javier Zanetti, bandiera dell’FC Internazionale Milano per quasi vent’anni e attuale vicepresidente.

“È il terzo progetto al quale collaboriamo, dopo quelli in Israele/Palestina e Venezuela. Come sempre, le due organizzazioni hanno lo stesso obiettivo: migliorare la vita del maggior numero possibile di bambini in tutto il mondo”.

Il calcio è uno strumento potente

Il presidente UEFA Aleksander Čeferin, che è a capo del consiglio della Fondazione, ne elogia il lavoro svolto dal 2015 e afferma che il calcio è una forza trainante per il bene della società.

“Sono stato coinvolto personalmente in vari progetti e ho visto che il calcio è uno strumento estremamente potente”, ha dichiarato il presidente UEFA.

Aleksander Čeferin presiede il consiglio di amministrazione della fondazione
Aleksander Čeferin presiede il consiglio di amministrazione della fondazione©UEFA.com

“Nei campi profughi di tutto il mondo, come nei sobborghi problematici delle città europee e nelle zone di conflitto dimenticate, tutte le attività sostenute dalla UEFA Foundation for Children non hanno fatto che accrescere un mio desiderio: vedere il calcio europeo assumere un ruolo guida nella crescita sociale dei giovani di tutto il mondo”. 

“A questo proposito, vorrei anche rendere omaggio all’FC Internazionale Milano, che con Inter Campus lavora instancabilmente per migliorare la vita dei bambini affinché possano sognare un futuro migliore”.

Un milione di bambini

Nei cinque anni di attività della UEFA Foundation for Children, circa un milione di bambini hanno beneficiato dei suoi tanti progetti, con il sostegno a ben 100 paesi in tutto il mondo.

Attraverso lo sport e il calcio in particolare, la fondazione vuole dare una speranza ai bambini provenienti da contesti difficili per aiutarli a raggiungere i loro obiettivi nella vita.