Decisione dell'Organo di Controllo Finanziaro per Club sul Manchester City Football Club

La UEFA prende nota della decisione dell'indipendente Organo di Controllo Finanziaro per Club (CFCB), pubblicata oggi.

Decisione dell'Organo di Controllo Finanziaro per Club sul Manchester City Football Club
Decisione dell'Organo di Controllo Finanziaro per Club sul Manchester City Football Club ©UEFA.com

La UEFA prende nota della decisione indipendente della Camera Giudicante dell’Organo di Controllo Finanziario per Club (CFCB), pubblicata oggi, che include il seguente riepilogo del suo contenuto come richiesto dalle Regole Procedurali del CFCB:

“In seguito all'udienza tenutasi il 22 gennaio 2020, la Camera Giudicante dell’Organo di Controllo Finanziaro per Club (CFCB), presieduta da José da Cunha Rodrigues, ha oggi notificato al Manchester City Football Club la decisione sul caso a cui fa riferimento il Capo Investigatore CFCB.

La Camera Giudicante, avendo preso in considerazione tutta le prove a disposizione, ha ritenuto che il Manchester City Football Club abbia commesso gravi violazioni del regolamento sulle licenze e sul Fair Play Finanziario per Club UEFA sopravvalutando le entrate della sua sponsorizzazione nei suoi conti e nelle informazioni sul pareggio in bilancio presentate alla UEFA tra il 2012 e il 2016.

La Camera Giudicante ha anche riscontrato che, in violazione del regolamento, il club non ha collaborato all'inchiesta sul caso da parte della CFCB.

La Camera Giudicante ha imposto misure disciplinari al Manchester City Football Club stabilendo che sarà escluso dalla partecipazione alle competizioni UEFA per club nelle prossime due stagioni (vale a dire le stagioni 2020/21 e 2021/22) e che pagherà una multa di 30 milioni di euro.

La decisione della Camera Giudicante è soggetta a ricorso al Tribunale Arbitrale per lo Sport (TAS). Se il Manchester City Football Club eserciterà tale diritto, la decisione motivata completa della Camera Giudicante non sarà pubblicata prima della pubblicazione del giudizio finale da parte del TAS.”

Come spiegato dalla Camera Giudicante, il club ha il diritto a presentare ricorso contro questa decisione presso il Tribunale di Arbitrato Sportivo. Perciò la UEFA non rilascerà ulteriori commenti su questa decisione in questa fase.