Michel Platini in visita a Varsavia

Il presidente della UEFA si è intrattenuto con il presidente della Polonia Komorowski e con altre autorità nel corso della visita nella capitale polacca in vista di UEFA EURO 2012.

Il presidente UEFA visita la Polonia ©Cyfrasport

Il presidente della UEFA Michel Platini ha fatto tappa nella capitale polacca Varsavia, ha incontrato il presidente della Polonia Bronisław Komorowski e visitato lo Stadio Nazionale della città, una delle otto sedi che ospiteranno le partite della fase finale di UEFA EURO 2012 in programma in Polonia e Ucraina tra due anni.

Platini è stato accompagnato all'incontro con il presidente della Polonia dal numero uno della federazione polacca (PZPN) Grzegorz Lato e dall'ambasciatore di UEFA EURO 2012 Zbigniew Boniek. Oltre al presidente Komorowski, hanno partecipato all'incontro anche il ministro dello sport e del turismo Adam Giersz e il sindaco di Varsavia, Hanna Gronkiewicz-Waltz.

Platini e Komorowski sono quindi saliti a bordo di un elicottero per osservare dall'alto i diversi cantieri connessi all'organizzazione di UEFA EURO 2012. Komorowski ha ribadito l'orgoglio della Polonia di co-organizzare un evento di questa portata che, ha aggiunto, lascerà una straordinaria eredità al popolo polacco.

Varsavia ospiterà tre partite della fase a gironi di UEFA EURO 2012, tra cui la gara d'esordio del Gruppo A della Polonia, nonché un quarto di finale e una semifinale. Quanto alle altre sedi della Polonia, Wroclaw e Poznan ospiteranno tre partite della fase a gironi, mentre Gdansk sarà teatro di tre partite della fase a gironi e di un quarto di finale. Dopo la gara d'esordio a Varsavia, la Polonia giocherà anche la seconda partita del girone nella capitale, spostandosi a Wroclaw per la terza.

"Mi fa molto piacere essere di nuovo a Varsavia - ha dichiarato Platini, che ha espresso soddisfazione per l'incontro con il presidente polocacco -. I preparativi procedono bene. Sia il governo che le istituzioni competenti stanno facendo il proprio dovere. Tutto va nella direzione giusta”.

"Il presidente Komorowski mi ha detto che EURO 2012 è una grande opportunità per favorire lo sviluppo della Polonia - ha proseguito Platini -. Ricordiamoci che quando il torneo sarà terminato, quello che è stato fatto e costruito, resterà”.

"Non posso che congratularmi con il governo e con la PZPN per gli sforzi profusi e l'impegno a rispettare le scadenze. Sono sicuro che UEFA EURO 2012 sarà una grande festa del calcio”.

Il ministro Adam Giersz ha dichiarato: "Abbiamo parlato di come un buon torneo possa promuovere l'immagine della Polonia e del calcio polacco. Vogliamo non soltanto un torneo ben organizzato, ma anche partite di alto livello in stadi fantastici”.

"Tutti i progetti più importanti si stanno realizzando secondo i piani. Grazie a EURO 2012, stiamo accelerando lo sviluppo della Polonia”.

"Siamo molto felici di ospitare il presidente della UEFA in Polonia - ha dichiarato Grzegorz Lato -. Tra un anno, il 6 settembre, è in programma la gara inaugurale dello Stadio Nazionale contro la Germania. Sarà un evento straordinario”.

Anche Zbigniew Boniek, ex compagno di squadra di Michel Platini ai tempi della Juventus, ha espresso soddisfazione per la visita del presidente della UEFA e entusiasmo per il suo ruolo di ambasciatore per contribuire all'organizzazione di una fase finale di EURO memorabile tra due anni.