"Amicizia tra tifosi"

Il Segretario Generale UEFA Gianni Infantino ha chiesto rispetto e amicizia - specialmente tra tifosi - in vista delle ultime fasi della stagione di UEFA Champions League.

Gianni Infantino (Segretario Generale UEFA)
Gianni Infantino (Segretario Generale UEFA) ©UEFA.com

La UEFA Champions League continua a scrivere nuovi capitoli della grande storia del calcio – e il Segretario Generale UEFA Gianni Infantino ha chiesto che il rispetto prevalga quando le grandi emozioni della competizione toccheranno il culmine.

Durante la cerimonia di sorteggio per i quarti del 2012/13 presso la Casa del Calcio di Nyon, il signor Infantino ha detto che la competizione ha creato un’atmosfera di amicizia tra le squadre e i giocatori partecipanti, e ha espresso la sua speranza che tutto questo venga trasmesso anche ai tifosi che seguono le loro squadre lungo il percorso della UEFA Champions League.

“L’ultimo turno ha regalato delle partite fantastiche e abbiamo visto 44 reti nelle 16 gare che sono state giocate – ha detto il Segretario Generale UEFA -. Ma è in questa fase che viene aggiunto un pizzico extra di pepe al sorteggio anche perché possono trovarsi squadre provenienti dalla stessa federazione”.

“Ciò significa che potremo vedere sfide tra squadre che si conoscono benissimo – un fattore che di solito fornisce ingredienti per partite di grande intensità – ha aggiunto -. Allo stesso tempo, credo che l’idea di conoscersi bene si possa valere anche per molti dei club e delle persone che sono in qui in questa stanza”.

“Nel corso degli anni la UEFA Champions League ha costruito un senso di amicizia – veramente europeo – sul campo. Anche in un ambiente così competitivo, abbiamo imparato tutti a lavorare insieme per rendere la UEFA Champions League ciò che è: la migliore competizione al mondo.

“Ma la nostra sfida sociale – forse dovrei dire ‘obbligo’ – ha continuato il signor Infantino -, resta quello di trasmettere questo senso di amicizia ai tifosi. Non vogliamo che si affievolisca la loro lunga rivalità sportiva. Ma vogliamo incoraggiarli a sentirsi a loro agio con i tifosi delle squadre avversarie; rispettarli; e, se possibile, formare legami”.

“Il sorteggio ci fornirà una lista di otto partite – ha concluso il Segretario Generale -. Ci piacerebbe pensare che ognuna di queste verrà giocata in un’atmosfera in cui i tifosi ospiti non solo si sentano sicuri ma anche i benvenuti. Queste partite sono il massimo del calcio a livello di club e dovremo creare dei vari modelli per i tifosi che  amano il calcio come noi”.

“L’altro comune denominatore tra i tifosi e i rappresentanti dei club in questa stanza è il desiderio di arrivare fino in fondo a Wembley [Londra] e, se possibile, venire incoronati re d’Europa. Mancano solo un paio di mesi dalla finale di Londra e il sorteggio ci porterà ancora più vicini a sapere chi ci sarà”.