Distribuzione ricavi UEFA Champions League

La UEFA ha presentato il sistema di redistribuzione dei ricavi per l'edizione 2012/13 della UEFA Champions League, fornendo una stima delle entrate provenienti dal torneo e dalla Supercoppa UEFA.

I ricavi lordi stimati per la UEFA Champions League e la Supercoppa UEFA saranno di 1,34 miliardi di euro
I ricavi lordi stimati per la UEFA Champions League e la Supercoppa UEFA saranno di 1,34 miliardi di euro ©Sportsfile

La UEFA ha presentato il sistema di redistribuzione dei ricavi per la nuova stagione. Le entrate commerciali lorde stimate per la UEFA Champions League e la Supercoppa UEFA saranno di 1,34 miliardi di euro.

Come avvenuto per il triennio 2009-2012, 55 milioni di euro saranno destinati esclusivamente ai club protagonisti degli spareggi, ciascuno dei quali riceverà 2,1 milioni di euro.

Inoltre, come deciso dal Comitato Esecutivo UEFA il 30 giugno 2012 su raccomandazione della Commissione Competizioni per Club, dalla quota destinata ai club partecipanti alla UEFA Champions League verrà detratto un contributo di 40 milioni di euro da destinare ai club protagonisti in UEFA Europa League. In aggiunta, 3 milioni di euro del contributo in questione saranno destinati ai club eliminati nei turni di qualificazione di UEFA Champions League e UEFA Europa League, edizione 2012/13.

Circa il 75% dei ricavi provenienti dalla vendita dei diritti televisivi e dai contratti commerciali stipulati dalla UEFA, fino a un massimo di 530 milioni di euro, sarà destinato ai club, mentre il restante 25% sarà messo a disposizione del calcio europeo e rimarrà in mano alla UEFA per coprire costi organizzativi ed amministrativi e garantire i pagamenti di solidarietà a federazioni, club e leghe.

L'82% dei ricavi eccedenti i 530 milioni di euro provenienti dai sopraccitati campi verrà destinato ai club, mentre il restante 18% sarà destinato al calcio europeo e rimarrà in mano alla UEFA per i fini di cui sopra.

L'ammontare netto destinato ai club partecipanti verrà suddiviso in 500,7 milioni di euro di contributi fissi e in 409,6 milioni di euro di contributi variabili. Questi ultimi verranno suddivisi sulla base del valore proporzionale di ogni mercato televisivo rappresentato dai club protagonisti in UEFA Champions League (dalla fase a gironi in poi) e dovranno essere spartiti fra tutti i club che rappresentano una determinata federazione nazionale.

I 32 club che prenderanno parte alla fase a gironi della UEFA Champions League 2012/13 riceveranno 8,6 milioni di euro e la squadra vincitrice del torneo si aggiudicherà 34,7 milioni di euro, non comprensivi della quota variabile riferita al mercato televisivo di riferimento.

Oltre agli 8,6 milioni di euro di contributo fisso, ogni squadra impegnata nella fase a gironi riceverà dei bonus legati alle prestazioni: un milione di euro per ogni vittoria e 500.000 euro per ogni pareggio.

Le squadre protagoniste negli ottavi di finale riceveranno 3,5 milioni di euro, quelle impegnate nei quarti di finale 3,9 milioni di euro e le semifinaliste 4,9 milioni di euro. La squadra vincitrice della UEFA Champions League riceverà 10,5 milioni di euro, mentre quella sconfitta in finale 6,5. La vincitrice della Supercoppa UEFA 2012 riceverà invece 3 milioni di euro, con 2,2 milioni destinati alla squadra sconfitta.

Grazie al sistema di solidarietà, ogni squadra campione nazionale che non raggiungerà la fase a gironi di UEFA Champions League riceverà 200.000 euro; ogni club impegnato nel primo turno di qualificazione di UEFA Champions League riceverà 140.000 euro in caso di mancato accesso alla fase a gironi.

Allo stesso modo, ogni club impegnato nel secondo e terzo turno di qualificazione di UEFA Champions League riceverà 140.000 euro in caso di mancato accesso alla fase a gironi.