Sale la posta in palio verso Dublino

Se l'edizione inagurale della UEFA Europa League aveva riscosso grandi consensi, le emozioni e lo spettacolo della seconda stagione stanno elevando di rango il nuovo torneo.

Sale la posta in palio verso Dublino
Sale la posta in palio verso Dublino ©Sportsfile

La competitività dell'attuale edizione della UEFA Europa League sta contribuendo in maniera significativa a dare lustro al torneo, giunto alla seconda stagione.

In occasione del sorteggio per i quarti di finale e le semifinali a Nyon, il segretario generale della UEFA Gianni Infantino ha parlato delle emozioni e delle sorprese che hanno caratterizzato fin qui il torneo, nel suo cammino spedito verso la finale di Dublino.

"Come è noto, la stagione inaugurale ha riscosso grande successo sotto ogni profilo, e la stagione attuale sta puntellando il fascino e l'immagine di questo nuovo torneo. Ha dispensato emozioni, spettacolo e grande qualità. La UEFA Europa League si sta rivelando un torneo estremamente competitivo. Lo dimostra il fatto che soltanto due delle squadre impegnate negli ottavi di finale quest'anno avevo raggiunto lo stesso traguardo un anno fa, e soltanto una delle squadre ammesse ai quarti ha bissato il risultato della passata edizione”.

"Malgrado sette squadre vincitrici della Coppa UEFA avessero raggiunto gli ottavi di finale, soltanto due sono ancora in corsa, ed è possibile che, dopo il successo dello scorso anno del Club Atlético de Madrid, anche quest'anno si possa aggiungere un nome nuovo nell'albo d'oro del torneo. Del resto, la finale di Dublino dista soltanto quattro partite”.

"Per la prima volta la Repubblica d'Irlanda ospiterà una finale, e sarà un appuntamento storico per un torneo che, oltre al gran calcio, vuol essere veicolo di valori positivi e rispetto per squadre e tifosi avversari”.

"La posta in palio nella fase a eliminazione diretta è alta, ma siamo certi che tutti i club qui presenti oggi sapranno unire gli sforzi per difendere e promuovere valori importanti per il calcio europeo e la società tutta”.
Infine, Infantino ha espresso il cordoglio e la solidarietà della famiglia del calcio europeo al Giappone per la grave crisi che sta vivendo il paese nipponico. "Mi sia consentito porgere le più sentite condoglianze al popolo del Giappone. Cari amici nostri, l'immane tragedia del vostro popolo appesantisce i nostri cuori. Siamo con voi e siamo certi che saprete trovare la forza per superare questa catastrofe”.