Platini visita il Lussemburgo

Il presidente UEFA è stato ospite d'onore della federazione lussemburghese in occasione dei festeggiamenti per i lavori di ammodernamento del nuovo quartier generale della FLF.

Il ministro Romain Schneider, il presidente della FLF Paul Philipp e il presidente UEFA Michel Platini al taglio del nastro
Il ministro Romain Schneider, il presidente della FLF Paul Philipp e il presidente UEFA Michel Platini al taglio del nastro ©Richard Muller

Due anni dopo le celebrazioni per il centenario della fondazione della federcalcio lussemburghese (FLF), la federazione dispone oggi di eccellenti infrastrutture in cui svolgere le proprie attività amministrative e sportive.

Nel fine settimana, il presidente della UEFA Michel Platini è stato ospite d'onore in occasione dei festeggiamenti per il completamento dei lavori di ammodernamento del quartier generale della FLF a Mondercange.

Venerdì, su invito del presidente della FLF Paul Philipp, il presidente della UEFA è stato testimone del primo punto conquistato dal Lussemburgo nel Gruppo D di qualificazione per UEFA EURO 2012, frutto dello 0-0 con la Bielorussia allo Stade Josy Barthel.

Il giorno seguente, Michel Platini si è recato a Mondercange per vedere il completamento dei lavori presso il centro sportivo della sede centrale della FLF, ristrutturato grazie a UEFA HatTrick, il programma di supporto per le federazioni nazionali affiliate alla UEFA.

Nel suo discorso di benvenuto, Paul Philipp ha ringraziato l'organo di governo del calcio europeo. "Ci troviamo in una vera casa del calcio. Le infrastrutture essenziali per lo svolgimento dell'attività calcistica nazionale vengono così riunite in un solo luogo”, ha dichiarato. Il complesso sportivo, inaugurato nel 2002, è stato oggetto di continui miglioramenti negli anni, mentre l'aggiunto del quartier generale alla struttura risale al 2005.

"Queste opere di ammodernamento ci consentono di svolgere al meglio tutte le nostre attività”, ha aggiunto Phillip.

Michel Platini ha rievocato la sua infanzia vissuta nella vicina regione francese della Lorena, accogliendo con piacere l'invito a visitare il Lussemburgo.

Il presidente della UEFA ha espresso soddisfazione nel comprovare lo sforzo profuso per assicurare alla FLF un nuovo quartier generale e un rinnovato centro sportivo, che garantiranno un futuro roseo alla federazione.

"La UEFA incoraggia ogni singola federazione a intraprendere il proprio cammino verso la promozione dello sviluppo - ha spiegato -. Il Lussemburgo ha avviato uno straordinario progetto per lavorare con i giovani”.

Il ministro dello sport del Lussemburgo, Romain Schneider, ha ricordato ai presenti che il prossimo progetto di rilievo è un nuovo stadio della nazionale a Liwingen. "I progressi sono sempre più visibili e in pochi anni diventerà un nuovo fiore all'occhiello del calcio lussemburghese”. Il progetto di Liwingen prevede la costruzione di uno stadio dedicato escluisivamente al calcio.

Schneider ha quindi dichiarato di aspettare con ansia la partita di qualificazione in programmma martedì contro la Francia a Metz. "Data la vicinanza [di Metz] con il Lussemburgo, sarà come giocare in casa”, ha sottolineato con un sorriso, invitando Platini a tornare in Lussemburgo per l'inaugurazione del nuovo stadio.