Lutto nel calcio per Sándor Barcs

L’ex vice presidente della UEFA − personalità di spicco e molto stimata nel calcio europeo e ungherese – si è spento nella giornata di venerdì all’età di 97 anni.

L’ex vice presidente della UEFA Sándor Barcs − personalità di spicco e molto stimata nel calcio europeo e ungherese – è deceduto oggi all’età di 97 anni. Ha ricoperto l’incarico di presidente ad interim dell’organo di governo del calcio europeo dal 7 luglio 1972 al 15 marzo 1973 a seguito della scomparsa di Gustav Wiederkehr (Svizzera), e prima dell’elezione di Artemio Franchi (Italia).

Ricordo di Wembley
Sándor Barcs era nato il 10 novembre 1912. Dopo la militanza in club minori di Budapest e un’esperienza come giornalista e politico, trovò la vera vocazione come manager di calcio. Era lui il presidente della federazione ungherese (MLSZ) quando la nazionale magiara cambiò il corso della storia del calcio vincendo 6-3 a Wembley contro l’Inghilterra nel 1953.

Incarichi con UEFA e FIFA
Sándor Barcs ha lavorato al servizio della UEFA e della FIFA ricoprendo diversi incarichi. Oltre ai 18 anni come membro della Commissione Esecutiva UEFA e vice presidente, è stato, tra le altre cose, vice presidente della FIFA (1972-1974) e membro europeo della Commissione Esecutiva FIFA (1974-1976). Ha fatto parte della Commissione d’Emergenza UEFA (dal 1964 al 1978, e come presidente dal 1972 al 1974), e del Comitato Organizzatore della Coppa delle Coppe UEFA (1962- 1972), diventandone il presidente.

Tributo del presidente della UEFA
"Ho appreso con dolore oggi della scomparsa di Sándor Barcs -  ha dichiarato il presidente della UEFA Michel Platini -. Ex presidente della federazione ungherese, è stato vice presidente UEFA dal 1960 al 1978, ha fatto parte di diverse commissioni ed era noto come l’ideatore della Coppa delle Coppe. Era un amministratore di calcio molto stimato, di cui la famiglia del calcio sentirà la sua mancanza. Rivolgiamo le nostre sentite condoglianze alla famiglia”.

Formula calcistica
Sándor Barcs si era dimesso dall’incarico presso la UEFA ed era stato nominato vice presidente della MLSZ nel 1990. Una volta ebbe a dichiarare: "La qualità del calcio di una nazione si misura attraverso la seguente formula: moltiplicare il numero di giovani per il tempo che essi trascorrono ad allenarsi”. Nel 1980 divenne membro onorario della UEFA in ragione dell’eccellente servizio reso al calcio ungherese ed europeo.

In alto