Inghilterra in lutto per Roy Bentley

È morto all'età di 93 anni Roy Bentley, ex attaccante dell'Inghilterra e protagonista della vittoria del primo campionato del Chelsea nel 1955.

Roy Bentley (a sin.) e il tecnico Ted Drake festeggiano il primo titolo del Chelsea nel 1955
Roy Bentley (a sin.) e il tecnico Ted Drake festeggiano il primo titolo del Chelsea nel 1955 ©Getty Images

È morto all'età di 93 anni Roy Bentley, ex attaccante dell'Inghilterra e protagonista della vittoria del primo campionato del Chelsea nel 1955.

Sempre presente a Stamford Bridge negli ultimi anni, Bentley ha contribuito a suon di gol alla conquista del primo titolo dei Blues, con cui ha totalizzato 367 presenze e 150 reti.

Dopo l'esordio con il Bristol City, Bentley ha interrotto la carriera calcistica a causa della Seconda Guerra Mondiale e l'ha ripresa con il Newcastle United, passando il Chelsea nel 1948. In nazionale ha collezionato 12 presenze (di cui nove in Coppa del Mondo FIFA 1950) e nove gol.

Bentley era l'unico sopravvissuto della nazionale sconfitta clamorosamente per 1-0 dagli Stati Uniti ai mondiali del 1950, partita in cui Bentley ha colpito tre pali.

L'apice della sua carriera è stato il titolo nazionale del 1954/55, con 21 gol in 41 presenze (quinto nella classifica marcatori di tutti i tempi del Chelsea). La stagione seguente, Bentley è passato al Fulham, giocando centrale, mentre a fine carriera si è trasferito nel Queens Park Rangers.

Dopo aver appeso gli scarpini al chiodo nel 1962, Bentley ha allenato Reading e Swansea per circa un decennio ed è stato segretario del Reading dal 1977 al 1984.

Ospite abituale a Stamford Bridge, Bentley definiva i tifosi del Chelsea "una bella combriccola" ma, ricordando i suoi tempi, dichiarava: "Giocavamo bene e allo stadio c'erano più di 70.000 tifosi, era un'altra cosa".

In alto