Alfredo Di Stéfano: un dio dello stadio

La leggenda del calcio europeo Alfredo Di Stéfano, scomparso all'età di 88 anni, ha illuminato il mondo grazie a doti tecniche sopraffine e gol spettacolari in una stellare carriera al Real Madrid.

Considerato uno dei più grandi calciatori di sempre, il leggendario attaccante del Real Madrid CF Alfredo Di Stéfano è deceduto nella capitale spagnola all'età di 88 anni.

Soprannominato 'Freccia Bionda' nel corso di una carriera costellata da successi - cinque Coppe dei Campioni e otto titoli di Liga -, Di Stéfano ha illuminato il mondo del calcio con la maglia dell'invincibile Real Madrid a fine anni '50 e primi anni '60. 

Nato il 4 luglio del 1926 a Buenos Aires, si trasferì nelle giovanili del CA River Plate e a solo 13 anni iniziò già a dimostrare tutte quelle doti e abilità che presto lo avrebbero spinto nell'olimpo del calcio mondiale.

La crescita di Di Stéfano fu favorita da un prestito al CA Huracán nel 1946 e in occasione del suo ritorno al River si sarebbe unito a giocatori del calibro di Juan Carlos Muñoz, José Manuel Moreno, Ángel Labruna e Félix Loustau. Poi il passaggio al CD Millonarios prima del trasferimento al Real Madrid, fortemente voluto dal presidente Santiago Bernabéu.

Alla sua prima stagione, il Real Madrid vinse la Liga inaugurando un fiorente periodo che avrebbe regalato al club altri sette titoli di Liga tra il 1955 e il 1964, oltre a una doppietta nazionale nel '62. Fu proprio in quegli anni che i giganti spagnoli si misero in luce anche sul palcoscenico continentale, trionfando nelle prime cinque edizione di Coppa dei Campioni. Di Stéfano sbalordì a livello europeo, segnando in tutte e cinque le finali e realizzando una memorabile tripletta nel successo per 7-3 contro l'Eintracht Frankfurt nel maggio del 1960.  

1958: Real Madrid - Eintracht 7-3
1958: Real Madrid - Eintracht 7-3

Parlando dell'influenza di Saeta Rubia sul club dieci volte campione d'Europa, l'ex attaccante del Real Madrid Emilio Butragueño ha commentato: "Alfredo Di Stéfano si è trasferito al Real Madrid nel 1953 e ha cambiato la storia del club. Quando è arrivato il Real ha cambiato radicalmente la sua mentalità. Da quel momento il Real Madrid è diventata una squadra vincente. Penso abbia lasciato valori che hanno contribuito a rendere questo club diverso dagli altri. Il Real Madrid è quello che è, principalmente per Alfredo Di Stéfano".

Naturalizzato spagnolo nel 1956, l'ex centravanti di CA River Plate, CA Huracán, Millonarios FC e RCD Espanyol ha realizzato 23 gol in 31 partite con il suo paese adottivo. Ha trascorso una carriera ricca di successi anche come allenatore, avendo guidato il Valencia CF al titolo spagnolo e alla conquista della Coppa delle Coppe UEFA.

Diventato presidente onorario del Real Madrid nel 2000, otto anni dopo ha ricevuto il primo Premio del Presidente UEFA nel 2008 e in quell'occasione Michel Platini lo ha descritto come "un grande tra i più grandi”, aggiungendo: "Alfredo Di Stéfano, tu hai personificato il meglio del mondo del calcio per  due decenni  – un dio dello stadio, un perfetto maestro del calcio. Tu hai inventato il calcio moderno nei nostri schermi televisivi".

In alto