Oltre 1.000 paia di scarpe da calcio donate dai tifosi ai rifugiati siriani

I bambini del campo profughi di Zaatari, in Giordania, hanno ricevuto oltre 1.000 paia di scarpe da calcio tramite le donazioni dei tifosi di tutta Europa durante il Trophy Tour di UEFA Europa League – condotto da Kia.

©UEFA.com
Tanti bambini erano costretti a giocare scalzi prima della donazione delle scarpe
Tanti bambini erano costretti a giocare scalzi prima della donazione delle scarpe©UEFA.com

In collaborazione con la UEFA Foundation for Children, Kia ha consegnato oltre 1.000 paia di scarpe da calcio al campo profughi di Zaatari in Giordania, che ospita oltre 80.000 rifugiati siriani. 

Le scarpe sono state raccolte durante il Trophy Tour di UEFA Europa League della passata stagione, che ha fatto tappa in otto città europee: Ginevra, Siviglia, Berlino, Londra, Milano, Mosca, Parigi e Baku.

Ex stelle del calcio del calibro di Deco, Lothar Matthäus, David Seaman, Eidur Gudjohnsen, Andrés Palop, Filippo Inzaghi, Andrey Arshavin e Youri Djorkaeff hanno partecipato all'iniziativa come ambasciatori.

Le scarpe sono state raccolte la passata stagione durante il Trophy Tour di UEFA Europa League condotto da Kia
Le scarpe sono state raccolte la passata stagione durante il Trophy Tour di UEFA Europa League condotto da Kia©UEFA.com

"Avendo visitato il campo profughi di Zaatari, mi sono reso conto in prima persona di quanto i giovani amino giocare a calcio e cosa significhi questo sport per loro", ha detto il presidente UEFA, Aleksander Čeferin.

"La UEFA Foundation for Children ha contribuito alla costruzione di campi da calcio per i rifugiati ma fino a ora a chi voleva giocare mancavano le calzature adatte. Vorrei ringraziare i tifosi di tutta Europa che hanno donato le proprie scarpe e hanno contribuito a fare la differenza per le persone che vivono nel campo".

Il campo profughi di Zaatari, in Giordania, ospita oltre 80.000 rifugiati siriani
Il campo profughi di Zaatari, in Giordania, ospita oltre 80.000 rifugiati siriani©UEFA.com

Le scarpe donate sono già state utilizzate; Laith Nagareesh, l'allenatore del campo di Zaatari, ha detto: "La donazione ha fatto felici tutti e aiuterà le persone del campo moralmente, fisicamente e psicologicamente". 

Sulla scia del successo del primo Trophy Tour di UEFA Europa League, Kia continuerà a collaborare con la UEFA Foundation anche nella prossima stagione per aiutare i bambini svantaggiati del campo di Zaatari.

"Grazie alle donazioni dei tifosi siamo stati in grado di dare un contributo positivo alle vite dei giovani rifugiati che condividono la nostra stessa passione per il calcio", ha detto Artur Martins, vice-presidente senior del brand mondiale e del marketing presso Kia Motors Corporation.

"A nome di Kia, vorrei estendere i nostri ringraziamenti a tutti coloro che hanno sostenuto la campagna e hanno aiutato donando scarpe da calcio".

In alto