Leitão sfida l'Italia e Mammarella

Compagno di squadra del portiere azzurro all'Acquaesapone, l'attaccante portoghese è convinto che la sua squadra abbia tutto per raggiungere la finale: "Mi piacerebbe segnargli un gol o due".

Leitão ha parlato con UEFA.com
Leitão ha parlato con UEFA.com ©Sportsfile

Il Portogallo ha dovuto attendere 21 anni e 17 scontri diretti per battere l’Italia: adesso la nazionale lusitana si ritrova davanti gli Azzurri nella semifinale di UEFA Futsal EURO e Leitão crede che la formazione di Jorge Braz possa ripetere il risultato dell’ultima sfida tra le due squadre: una vittoria per 4-2 in amichevole 12 mesi fa.

Il 33enne conosce bene l’Italia giocando con l’Acquaesapone Emmegross C/5 insieme al portierone azzurro Stefano Mammarella. "E’ uno dei migliori al mondo - Leitão ha detto a UEFA.com -. Sarà bello giocare contro di lui, ma ovviamente mi piacerebbe segnargli un gol o due”.

“Credo che non ci siamo mai preparati così bene come questa volta – continua -. In passato abbiamo giocato partite spettacolari per poi cedere nei momenti più importanti. In questo EURO giochiamo sì un bel futsal, ma con una mentalità diversa. Siamo molto più concentrati e spero che ciò farà la differenza contro l’Italia”.

Importante anche il primo successo ottenuto contro gli Azzurri in quell’amichevole: "L’Italia era la nostra bestia nera, una specie di incubo persistente che torna sempre. Però una semifinale come questa è una storia completamente diversa. Li rispettiamo ma crediamo nelle nostre qualità e penso che abbiamo ottime chance di vincere”.

Leitão resta ottimista nonostante il pessimo ruolino di marcia del Portogallo contro l’Italia. "Non dobbiamo pensare al passato. La maggior parte dei giocatori in questa rosa non c’era in quei precedenti. Questo gruppo merita la finale e faremo di tutto per centrarla”.

Un gol in cinque partite contro l’Italia, Leitão è pronto a sfidare Mammarella: “Il grande Leitão – ha commentato il portiere azzurro parlando del suo compagno di squadra a livello di club -. E’ molto esperto e sta dando molto al Portogallo in questo torneo. Dovremo stare molto attenti”.

In alto