Italia, netta vittoria e primato

Repubblica Ceca - Italia 0-7
I campioni in carica sconfiggono nettamente la Repubblica Ceca e si qualificano come primi del Gruppo D, mentre l'Azerbaigian passa come secondo.

0702_FEURO_CZE-ITA_AMB
  • L'Italia si qualifica come prima del Gruppo D e l'Azerbaigian come secondo
  • Fortino e Gabriel Lima vanno a segno nel primo tempo prima della goleada azzurra nella ripresa
  • Guarda gli highlights dalla mezzanotte CET
  • Quarti di finale martedì: Russia - Azerbaigian (18.30), Kazakistan - Italia (21.00)

I campioni in carica dell'Italia si qualificano per i quarti di finale di UEFA Futsal EURO 2016, insieme all'Azerbaigian, con una netta vittoria contro la Repubblica Ceca.

All'Italia sarebbe bastato evitare una sconfitta con cinque o più gol di scarto per passare, mentre con un pareggio si sarebbe qualificata come prima del girone evitando la Russia ai quarti di finale. Gli azzurri danno subito l'impressione di non accontentarsi e al primo minuto passano già in vantaggio con Fortino. Prima dell'intervallo l'Italia raddoppia con il capitano Gabriel Lima, autore dell'assist in occasione del primo gol, e nella ripresa dilaga con tre gol in 86 secondi, prima delle due reti che fissano il risultato sul 7-0.

La chiave
La Repubblica Ceca ha avuto qualche occasione, ma l'Italia in attacco si è rivelata cinica. E' l'unica squadra che non ha subito gol nelle due partite della fase a gironi e ha segnato più gol di tutti (dieci).

Il capitano dell'Italia Gabriel Lima
Il capitano dell'Italia Gabriel Lima©Sportsfile

Lima trascinatore
Il capitano dell'Italia Gabriel Lima è stato la stella degli Azzurri in semifinale e in finale due anni fa, e dopo una gara inaugurale in sordina contro l'Azerbaijan, oggi è stato incontenibile, specialmente nella prima frazione di gioco. E' l'uomo che guida il gioco dell'Italia. Ma questa non è una novità o una sorpresa.

Kazakistan da non sottovalutare
Il Kazakistan giocherà da debuttante contro i campioni in carica martedì, ma il suo rendimento difensivo suggerisce che sarà un avversario decisamente più duro da superare rispetto a quelli che gli Azzurri hanno affrontato nella fase a gironi.

In alto