La Spagna pensa già al 2016

"Abbiamo giocato la prima partita del prossimo torneo", ha detto il Ct spagnolo Venancio López dopo la vittoria nella finale per il terzo posto. Jorge Braz: "Ci meritiamo quello che abbiamo ottenuto: il quarto posto".

La Spagna pensa già al 2016
La Spagna pensa già al 2016 ©UEFA.com

José Venancio López, Ct Spagna
Abbiamo sbagliato solo la prima [il 3-3 con la Croazia] ma poi siamo cresciuti nel corso del torneo. In semifinale abbiamo perso all'ultimo minuto dei supplementari contro la Russia, quindi torniamo a casa con l'amaro in bocca.

Oggi abbiamo giocato una grande gara, abbiamo dimostrato di essere una grande squadra. Le finali per il terzo posto sono sempre pericolose, ma i giocatori hanno confermato di avere una grande mentalità. Abbiamo creato una filosofia vincente. Abbiamo giocato come se fosse la prima gara del prossimo torneo.

Juanjo, portiere Spagna
Abbiamo dimostrato di essere una grande squadra, la migliore secondo me. Non siamo stati fortunati contro la Russia. Adesso non vediamo l'ora che arrivi il prossimo EURO per dimostrare che siamo ancora i migliori.

Jorge Braz, Ct Portogallo
E' andato tutto male. Abbiamo completamente perso l'equilibrio in due momenti chiave. Però non dobbiamo dimenticare che stavamo affrontando i campioni d'Europa in carica, non una squadra qualunque. Il morale era sotto i tacchi dopo la semifinale e oggi ne abbiamo risentito dal punto di vista della disciplina.

A tratti abbiamo dimostrato tanta voglia di spingerci all'attacco, ma contro una squadra di questa qualità non basta. Siamo quasi riusciti a rientrare in partita dopo aver subito tre gol, ma alla fine abbiamo ottenuto ciò che meritavamo. Non riusciamo ancora a capire il livello di intensità che serve in questi tornei.

La sconfitta contro l'Italia ci stava, ma se avessimo vinto noi nessuno poteva dire niente. Alla fine torniamo a casa con il risultato che meritavamo: il quarto posto.

Pedro Costa, difensore Portogallo
La Spagna è stata superiore e ha meritato il terzo posto. Credo però che abbiamo dimostrato di essere sullo stesso livello delle grandi d'Europa per mentalità. E credo che la gente debba comunque riconoscere quanto di buono abbiamo fatto in questo torneo.

In alto