Robinho esalta una Russia eroica

Robinho, che ha deciso la semifinale contro la Spagna, condivide gli applausi con il resto della squadra: "Vittoria storica". Tanta gioia anche per Skorovich e Sergeev, mentre la Spagna esce a testa alta dopo una gara "stupenda".

Robinho esalta una Russia eroica
©UEFA.com

Sergei Skorovich, Ct Russia
Entrambe le squadre hanno lottato fino alla fine. I nostri avversari ci hanno impedito di fare diverse cose che avevamo studiato prima della gara. Battere la Spagna ti deve rendere orgoglioso. Li rispettiamo per ciò che hanno fatto per il futsal europeo.

Abbiamo lavorato molto per essere qui e adesso ci siamo. E’ bello ma la partita più importante è quella di sabato [la finale contro l’Italia]. Siamo venuti qui per arrivare in finale e vincerla.

Siamo riusciti a trovare la chiave per far aprire la Spagna. Avevamo perso la finale contro di loro due anni fa ma non eravamo in cerca di rivincite. Abbiamo tanti tifosi in Russia e voglio ringraziarli perchè so che ci hanno seguito. Domani cominciano le Olimpiadi invernali ma oggi è la giornata del futsal.

Robinho, Russia
E’ un bel momento, sono molto felice. Avevamo davvero bisogno di una vittoria come questa. Abbiamo lottato fino alla fine, è fantastico! No, non sono un eroe. Lo siamo tutti, l’intera squadra!

Abbiamo commesso un errore in difesa e abbiamo subito il gol del 3-3 così abbiamo deciso di non affrettarci e aspettare i supplementari. Vincere toccava sempre alla Spagna in passato ma oggi è la giornata del futsal russo.

Abbiamo lottato fino alla fine. Adesso però dobbiamo diventare campioni. Credo che abbiamo giocato una delle migliori partite nella storia del futsal. Del resto la Spagna è una grandissima squadra, lo sanno tutti. Ma anche noi lo siamo.

Sergei Sergeev, Russia
L’atmosfera nello spogliatoio era incredibile. Abbiamo affrontato la Spagna volta ma ci era sempre mancato qualcosa. Non avevamo la 'Spagna-fobia', ma è bello che finalmente siamo riusciti a batterla. E’ bello già affrontarli, ma batterli raddoppia il piacere.

José Venancio López, Ct SpagnaPrima o poi una sconfitta doveva arrivare. E’ la prima volta che la Russia ci batte. Questo rende ancora più incredibile ciò che abbiamo fatto negli ultimi anni. A volte non ci si ferma a pensare finché non si perde una partita.

E’ stata una grande partita, bellissima per gli spettatori, non si poteva chiedere di più. Sono felice perchè entrambe le squadre volevano giocare un bel futsal. Non vedevo da tempo una partita così. Il primo gol della Russia è stato spettacolare e non potevamo farci niente. Avevamo studiato quell’azione ma non potevamo aspettarci tanta potenza da Sergeev. Siamo comunque riusciti a portare la sfida ai supplementari ma poi hanno sfruttato l’unica occasione avuta.

Miguelín, Spagna
Nel primo tempo abbiamo dominato, sembravamo una valanga giocando una gara praticamente perfetta. A inizio ripresa la Russia è stata superiore, ma poi ci eravamo ripresi. Ovviamente siamo molto tristi adesso ma usciamo a testa alta e pensiamo al terzo posto. Pensavamo di vincere ma non ci siamo riusciti, adesso è il momento di restare ancora più uniti.

Rafa, portiere Spagna
E’ un giorno difficile. Avevamo la vittoria finale come obiettivo ed è difficile uscire in semifinale. Ma cadiamo con orgoglio, abbiamo dato tutto. Abbiamo giocato un gran primo tempo, meno bene nella ripresa. Non credo che la Russia ci sia stata superiore nei 50 minuti anche se è una grande squadra che gioca insieme da anni e con 12 giocatori completi.

In alto